Prescrizione: da Forza Italia Sicilia parte la battaglia contro la riforma Bonafede

0
45

Parte dal gruppo parlamentare di Forza Italia all’Ars la battaglia contro il blocco della prescrizione previsto dalla riforma Bonafede. Il gruppo parlamentare azzurro, presieduto da Tommaso Calderone, intende presentare una proposta di referendum abrogativo della legge.

Il perno dell’iniziativa ruota attorno all’articolo 75 della Costituzione, che prevede la possibilità di indizione di un referendum popolare se richiesto da cinque Consigli regionali. La proposta di Forza Italia Sicilia, che dovrà ottenere quindi l’ok di Sala d’Ercole per poi essere trasmessa alle altre regioni, è stata presentata da Calderone nel corso di una conferenza stampa all’Ars a cui ha partecipato anche il presidente del Parlamento siciliano e commissario degli azzurri in Sicilia Gianfranco Miccichè.

“Dalla Sicilia partirà una richiesta di abolizione della legge Bonafede, che dal primo gennaio scorso ha abolito la prescrizione, attraverso la procedura di richiesta di referendum di cinque regioni. Me lo ha chiesto il gruppo di Forza Italia. E’ un calcio al diritto”, ha annunciato in mattinata il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè e commissario di Forza Italia in Sicilia.

“Parlo da cittadino – ha aggiunto Miccichè – e sono pienamente convinto che bisogna abrogare questa legge che elimina la prescrizione, un ultimo colpo di inciviltà giuridica di questo Paese, dove non esiste la separazione della carriere e dove chi fa il pm in un processo può finire anche a fare il giudice in appello. Siamo l’unico paese al mondo dove lo Stato si può appellare a se stesso e l’unico paese al mondo dove è possibile l’appello dello Stato dopo una sentenza”.

“In Italia non vanno tantissime altre cose sulla giustizia – ha proseguito Miccichè – e una persona può stare per anni interi sotto processo ed aver rovinata la propria vita. La prescrizione è una garanzia per l’innocente, oggi secondo questa legge si possono stare a cercare per anni e anni le prove. Non immaginavo che si potesse arrivare ad eliminare la prescrizione, una legge fatta per chi ruba una mela. Per tutte queste ragioni, ho dato la mia disponibilità affinché l’assemblea segua l’iter regolamentare per portare avanti questa richiesta”.

“Eliminare l’istituto della prescrizione è un abominio giuridico che si può rivelare devastante per il cittadino, che noi abbiamo il dovere di tutelare. La richiesta di abrogare la legge Bonafede che abolisce la prescrizione, attraverso il referendum portato avanti da cinque regioni, è assolutamente in linea con le idee di Forza Italia, è una iniziativa che ci è stata richiesta da cittadini, associazioni, avvocati”, ha detto il capo gruppo di Forza Italia Tommaso Calderone.

“Bisogna dire le cose cose con onestà – ha aggiunto Calderone – questa legge è deprecabile sotto il profilo giuridico perché il cittadino può trovarsi per anni e anni sottoposto ad un procedimento penale. Ho visto, da avvocato, cittadini disperati. Il procedimento penale è una afflizione, è avvilimento e questa legge consente allo Stato di lasciare per sempre il cittadino sotto processo. Non ammaineremo mai – ha concluso Calderone – la bandiera delle garanzie e lo stiamo già facendo a livello nazionale con i nostri parlamentari”.

Infine, il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè ha ricordato che il prossimo 7 febbraio a Roma ci sarà riunione con tutti i consigli regionali d’Italia e già per quella data porterà avanti questa istanza”.