Presentato il primo Piano socio-sanitario grazie alla sinergia tra gli assessorati Salute e Famiglia. IL VIDEO

0
32

E’ stato presentato oggi il Piano delle azioni e dei servizi socio-sanitari e il sistema unico di accreditamento dei soggetti che erogano prestazioni socio-sanitarie. Lo rende noto l’Assessorato alla Salute della Regione Siciliana, che sottolinea: “Dopo oltre dieci anni la Sicilia, grazie alla sinergia tra l’assessorato alla Salute e l’assessorato alla Famiglia e alle Politiche sociali della Regione Siciliana e all’impegno politico e professionale dell’assessore Baldo Gucciardi e dell’assessore Carmencita Mangano, ha il suo primo Piano socio-sanitario”. I due assessori, nel corso della conferenza stampa di oggi, hanno firmato il decreto che adotta il nuovo Piano socio-sanitario.

“Il nuovo Piano socio-sanitario rappresenta una svolta culturale, un atto politico voluto con tutta la nostra forza – afferma l’assessore alla Salute Baldo Gucciardi – Finalmente adottiamo un sistema di regole integrato che mette insieme l’assistenza sanitaria e quella sociale. In questo modo diciamo addio a un sistema disorganizzato che non riusciva a offrire al paziente un servizio al cento per cento”. “Il Piano mette al centro la persona. Col Piano socio-sanitario – dice l’assessore alle Politiche sociali Carmencita Mangano – non avremo piu’ un’assistenza frammentaria e disorganizzata, ma finalmente saremo guidati da una visione integrata tra sanita’ e sociale. Questa e’ la direzione che dovranno percorrere tutti i soggetti detentori di interesse che dovranno dare da oggi in poi risposte ai pazienti specifiche e non piu’ frammentarie”.

“Il piano – spiega l’assessorato alla Salute – colma vuoti normativi che di fatto impedivano la piena attuazione ed erogazione dei benefici previsti in questo ambito. Vengono definite le linee guida per istituire l’Ufficio Unico Interassessoriale Salute – Famiglia per dare una risposta unica e completa per soddisfare i bisogni della popolazione Siciliana e per tutte le fasce a rischio. A tal proposito verra’ realizzata una piattaforma digitale per snellire le pratiche e per dare tutte le informazioni necessarie ai cittadini siciliani”.

“Finalmente l’integrazione Socio-Sanitaria interviene avviando la Linea Pilota della Salute Mentale ed il lavoro di rete sul territorio sempre richiamato e mai normato. Viene approvato in modo innovativo il budget di Salute e le indicazioni per l’elaborazione e la gestione dei progetti di vita individualizzati in materia di vita indipendente e superamento di strutture residenziali con programmi obsoleti e parte importante e’ l’attivazione delle procedure per l’inclusione socio lavorativa in salute mentale attingendo a finanziamenti da leggi che prevedono risorse specifiche. Sono previsti nel piano tutti i sistemi di accreditamento per le aree adulti con disabilita’, salute mentale, soggetti con dipendenze patologiche con e senza sostanze, area minori e, non ultimo – aggiunge l’assessorato -, il percorso di erogazione delle cure domiciliari con profili di cura e standard qualificanti per la migliore assistenza socio-sanitaria erogabile sull’intero territorio Siciliano”. “Sono state definite le attivita’ atte a soddisfare, con percorsi assistenziali integrati – conclude -, bisogni di salute della persona che richiedono unitariamente prestazioni sanitarie e azione di protezione sociale in grado di garantire, anche nel lungo periodo, la continuita’ tra le azioni di cura e quelle di riabilitazione, inclusione sociale e reinserimento lavorativo”.