Primarie, Nicola Zingaretti è il nuovo segretario del Pd

0
127
nicola zingaretti nuovo segretario pd

Nicola Zingaretti è il nuovo segretario del Pd, con il 70 per cento dei voti.  Il popolo Dem ha scelto il governatore della Regione Lazio per guidare il partito verso l’imminente appuntamento con le Europee e oltre. Verso il rilancio del Pd e, magari, la creazione di una maggioranza di centrosinistra, ma senza alcun accordo con il M5S,  ha sempre detto Zingaretti.

Al secondo e terzo posto, al momento a poca distanza l’uno dall’altro, Maurizio Martina (18 per cento)  e Roberto Giachetti (12 per cento) che, alla vigilia della competizione, ha assicurato che resterà dentro il Pd se il partito non aprirà ai Cinquestelle o ai cosiddetti fuoriusciti, D’Alema, Bersani e compagnia.

Nei giorni scorsi Zingaretti l’aveva subito rassicurato: “Allora resti”. E’ stato proprio Giachetti – conquistando subito il “bravo” via Twitter dell’ex premier Paolo Gentiloni – a telefonare a Zingaretti, non appena la tendenza è apparsa chiara, e a complimentarsi con lui che sarà “il prossimo segretario del partito”.

A stretto giro di posta i complimenti via Twitter anche da Maurizio Martina. L’ex premier Paolo Gentiloni si è detto certo che Zingaretti potrà dare nuovo slancio al Pd e all’opposizione ma ha auspicato anche che “chi ha perso oggi faccia la sua parte da domani”.

L’affluenza è andata ben oltre l’asticella che sia Zingaretti che Martina avevano pubblicamente fissato a 1 milione di votanti per dichiararsi soddisfatti (e scansare il flop). Secondo i dati in possesso dei comitati dei tre candidati alla segreteria le persone che oggi si sono recate a votare, fino alle 20, sfiorano quota 1,5-1,7 milioni. In serata l’ex segretario Matteo Renzi, che nel 2017 vinse le primarie con il 69,2 per cento, ha twittato i suoi complimenti al neo segretario: “Quella di Nicola Zingaretti è una vittoria bella e netta – scrive -. Adesso basta col fuoco amico: gli avversari politici non sono in casa ma al governo. Al segretario Zingaretti un grande in bocca al lupo. A Maurizio, Bobo e a tutti i volontari grazie. Viva la democrazia”.

Anche a Montelupo Fiorentino, cittadina, in provincia di Firenze, di cui è originario Luca Lotti, ex ministro e fedelissimo di Renzi, pare abbia vinto Zingaretti.