Quote tonno, l’attacco di Miccichè: “La Lega e Salvini ci vogliono ammazzare”

0
39
miccichè

Miccichè torna alla carica contro Matteo Salvini. Questa volta l’argomento riguarda le scelte del governo nazionale sulle quote tonno, scelte che penalizzano il mondo della pesca siciliano. E reduce da un comizio molto partecipato a Favignana, il presidente forzista dell’Ars ha affidato ad un post su Facebook il suo pensiero.

“Siamo siciliani. L’orgoglio di essere siciliani dobbiamo ricordarcelo anche quando andiamo a votare. Andare a votare uno che ci ha offeso per tutta la vita, soltanto perché viene a dirci che ci vuole bene, non è possibile. Scordiamocelo, perché i leghisti ci vogliono soltanto ammazzare” – ha scritto Gianfranco Miccichè.

Poi il commissario regionale di Forza Italia è entrato nello specifico: “Sono stato a Favignana per incontrare i pescatori e i cittadini. Quello che ho sentito è rancore, rabbia: qui la Lega e Matteo Salvini hanno fatto il pieno di consensi alle elezioni e poi hanno preso in giro tutti con le quote tonno – ha proseguito -. Ottanta posti di lavoro persi e 700 mila euro di investimento privato andati in fumo: questi sono i numeri causati dal taglio delle quote tonno in Sicilia. La decisione – ha concluso Miccichè – provocherà la chiusura della tonnara di Favignana”.