Raggiunto in Cdm l’accordo sulla riforma della giustizia

0
5

ROMA (ITALPRESS) – E' stato raggiunto in Consiglio dei ministri l'accordo tra i partiti della maggioranza sulla sulla riforma della Giustizia predisposta dalla ministra Cartabia. Dopo unlunga trattativa, sono state superate dunque le perplessità del M5s circa l'improcedibilità sul reato di aggravante mafiosa nel proesso penale. La riforma, ha commentato il segretario PD Enrico Letta, "ci avvicina all'Europa e fa compiere grandi avanzamenti in termini di modernita' ed efficacia". "Cartabia ha trovato il giusto equilibrio per superare la riforma precedente senza scadere nell'impunita'. Ci siamo spesi per l'accordo. Ne siamo contenti", ha aggiunto Franceschini. "La riforma del processo penale approvata oggi in Cdm nonostante le minacce dei grillini e' un primo passo, le firme per i Referendum di Lega e Partito Radicale diventano ancora piu' importanti, garanzia che il Parlamento non perdera' altro tempo. Anche questo weekend piu' di 1.000 gazebo in tutta Italia", ha commentato il leader della Lega Matteo Salvini. "Il caro estinto e' la riforma Bonafede che da stasera non c'e' piu'. Non si puo' essere piu' imputati a vita. La riforma e' una piccola parte, c'e' ancora un lavoro lunghissimo da fare, ma ora abbiamo archiviato la Bonafede", ha detto il leader di Italia Viva Matteo Renzi. (ITALPRESS). fil/red 29-Lug-21 19:21