Recovery Fund: ecco le proposte approvate dalla giunta Musumeci

0
37
l'italia che dice no

Dal Ponte sullo Stretto di Messina all’aeroporto hub del Mediterraneo, che la Regione Siciliana vorrebbe realizzare tra Barcellona Pozzo di Gotto e Milazzo, uno scalo intercontinentale, accompagnato in provincia da ‘una cittadella aeroportuale integrata con una piattaforma multimodale per la logistica’ e anche un ‘Centro di tecnologie e astrofisica spaziale del Sud’. Sono questi, tra i 13 punti del contenuto delle proposte relative ai fondi del ‘Recovery Fund’ da sottoporre al governo Conte.

La giunta Musumeci, su proposta dell’assessore all’economia Gaetano Armao, ha dato il via libera al documento di 23 pagine che dovrebbe attivare investimenti per 28 miliardi, il 60 per cento dei quali provenienti dalla voce infrastrutture. Sempre nel Messinese c’è anche l’ipotesi di realizzare una funivia fra l’Alcantara e l’Etna.

Tra i progetti avanzati dal governo Musumeci, quello di unoscalo navale di Marsala e creare un hub marittimo, velocizzando la ferrovia Palermo-Messina-Catania e ripescando un vecchio progetto per il capoluogo, la pedemontana che colleghi l’autostrada Palermo-Catania e la Palermo-Trapani per decongestionare la circonvallazione del capoluogo siciliano.

Tante altre le strade per collegare meglio la Sicilia: dal completamento dell’autostrada Siracusa-Gela a una pista ciclabile che faccia il periplo della Trinacria. Ed ancora, la Regione propone nell’ex stabilimento Fiat di Termini Imerese un centro di produzione cinematografica, un centro fieristico nell’ex Siace di Fiumefreddo, un ‘Centro internazionale di studi avanzati su salute e ambiente’ al Roosevelt di Palermo e un centro polivalente a San Giovanni La Punta nel Catanese.