Regione: Romano e Miccichè affossano le primarie del centrodestra

0
30
romano contro miccichè

Romano e Miccichè affossano le primarie del centrodestra. La decisione era nell’aria da tempo, ma il comunicato congiunto dei due esponenti di Cantiere popolare e Forza Italia rappresenta la pietra tombale sulla consultazione che mesi fa era stata faticosamente organizzata per scegliere il candidato per palazzo d’Orleans.

“Forza Italia e Cantiere Popolare non presentano candidati per le primarie del centrodestra. Questa decisione risponde ad alcune considerazioni politiche: innanzitutto la necessità di attrezzare una larga coalizione alternativa a Crocetta. In secondo luogo perché riteniamo necessario un confronto sui contenuti e sui programmi, presupposto indispensabile di unità e coesione” – hanno scritto nella loro nota Saverio Romano e Gianfranco Miccichè.

Emerge inoltre la preoccupazione che le primarie non facciano conseguire gli obiettivi prefissati. Esprimiamo un sincero apprezzamento per coloro che avevano colto la sfida delle primarie e con i quali auspichiamo confronto nelle prossime settimane per trovare intesa, ben consapevoli che i valori politici e la comune visione su ciò che serve alla Sicilia per un riscatto dalla nefasta azione di malgoverno di Crocetta non potranno che condurci ad un impegno condiviso”.

Dietro le frasi di rito non è difficile leggere la volontà di trovare una candidatura meno caratterizzata di quella di Nello Musumeci o Gaetano Armao. Un personaggio espressione dell’area centrista, magari capace di attrarre ambienti periferici al Pd ostili a Crocetta. L’ex rettore Roberto Lagalla o un esponente alfaniano sarebbero i candidati con il profilo gradito ai centristi di Romano e Cuffaro.