Regione, si è dimesso l’assessore Vittorio Sgarbi: “Musumeci dipendente dei Cinque Stelle”

0
92
musumeci e sgarbi

“Mi dimetto in tempo reale, consegnerò oggi stesso le dimissioni al capo di gabinetto che la faccia pervenire alla segreteria generale della Regione”.

Così Vittorio Sgarbi dopo avere annunciato le sue dimissioni da assessore ai Beni culturali in Sicilia. “Non voglio più avere nulla a che fare con il governatore – dice – gli ho scritto diversi messaggi ma non mi ha mai risposto”.

E annuncia che farà “l’ultima conferenza stampa insieme con il successore” che ha indicato in Sebastiano Tusa, il Soprintendente del Mare. “Sono felice che sia Tusa – dice – ho indicato che sia un tecnico e non un politico”. 

“Non ho nessuna intenzione di rimanere con un Presidente del gruppo Cinque stelle. Ho chiuso ogni rapporto politico e umano con Musumeci. Non ho nessuna intenzione di parlare con il Presidente Musumeci”.

Così Vittorio Sgarbi parlando con giornalisti a Palermo dopo avere annunciato le sue dimissioni. “Ho chiuso ogni rapporto da quando Musumeci non ha risposto al mio invito di venire a incontrare il finanziatore dell’impresa” del Tempio G di Selinunte – dice Sgarbi- non ha mai risposto ai miei messaggi. Con una persona che risponde a Giancarlo Cancelleri non voglio avere nulla a che fare”.

“Darò le consegne a Sebastiano Tusa, il nome del mio successore che ho concordato con Gianfranco Micciche’, entro Pasqua. Spero sia lui ovviamente il nuovo assessore ai Beni culturali”.

Così Vittorio Sgarbi conversando con i cronisti a Palazzo dei Normanni, dove ha visitato la mostra “Sicilie pittura fiamminga” che sarà inaugurata nel pomeriggio nella sala Duca di Montalto e organizzata dalla Fondazione Federico II.