Ricambi auto rubati venduti on line, denunciati due giovani ventenni

0
51

Con l’accusa di avere rivenduto on line pezzi di ricambio di auto rubate la Polizia di Palermo ha denunciato, in stato di libertà, due giovani: un ventenne e un ventunenne. Il reato ipotizzato è di ricettazione. Sempre più spesso la vittima di furto d’auto, moto o biciclette controlla i siti specializzati nella compravendita tra privati, sperando di trovare il bene rubato.

E così è successo anche stavolta. All’inizio di giugno un uomo ha subito il furto della sua auto. Dopo la denuncia alle Forze dell’Ordine, la vittima ha consultato un sito, ritrovando i ricambi smontati dalla sua vettura e chiaramente distinguibili grazie anche ad alcuni segnali di riconoscimento, quali piccole ammaccature. La vittima ha immediatamente contattato i poliziotti. E’ stata avviata una finta trattativa con i ‘rivenditori’. La somma pattuita era di duecento euro. Ma i due venditori sono stati denunciati, a piede libero, per il reato di ricettazione.