Riesi: pregiudicato ucciso a colpi di pistola, era sul trattore in campagna

0
137

Riesi: pregiudicato ucciso a colpi di pistola mentre si trovava sul trattore in campagna. La vittima è Francesco Tabbì, 57 anni, freddato in contrada Maggio, nelle campagne di Riesi, in provincia di Caltanissetta, ai confini di un podere.

Ad avvisare i carabinieri è stata una telefonata anonima che ha informato della presenza di un cadavere crivellato di colpi, vicino a un trattore e a un vecchio casolare. Ancora oscuro il movente del delitto. I militari dell’Arma, coordinati dalla procura di Caltanissetta, stanno scavando nel passato burrascoso della vittima.

Tuttavia gli inquirenti non escludono che le cause del delitto possano essere maturate nell’ambito della sfera familiare, dove i contrasti sarebbero stati duri e frequenti. Tabbì era rimasto coinvolto nel blitz antimafia Odessa del 2005, che portò a 42 arresti. Aveva già subito la condanna a nove anni per associazione mafiosa. Lo scorso 19 marzo era stato arrestato dai carabinieri su denuncia di suoi familiari per lesioni, danneggiamento, minaccia aggravata e appropriazione indebita.

Numerose erano state, nel corso del 2015, le segnalazioni da parte dei familiari che denunciavano minacce di morte, lesioni e danneggiamenti da parte di Tabbì, vigilato speciale. I Carabinieri, avendo constatato la sua pericolosità sociale, avevano richiesto al magistrato di sorveglianza di Caltanissetta una misura cautelare per evitare la reiterazione dei citati reati commessi tra l’agosto del 2014 l’ottobre del 2015. Tabbì era stato tradotto nel carcere di Trapani in attesa di scontare la pena di un anno in una casa di lavoro di Favignana.