Rinascente: per la permanenza a Palermo tutto rimandato a lunedì

0
426

Per la permanenza della Rinascente a Palermo tutto rinviato a lunedì prossimo. La riunione, in sede di Ministero del Lavoro, promossa dai due sottosegretari, il palermitano Steni Di Piazza e Francesca Puglisi, tra Rinascente e Fabrica Immobiliare, che gestisce per conto di Inarcassa l’immobile di via Roma a Palermo, dove si trova la filiale del gruppo, ha subito un ulteriore slittamento.

Tra i dipendenti e i sindacati è passata la voce che Fabrica Immobiliare, che gestisce l’immobile per conto di Inarcassa, si sia messa di traverso e continua a temporeggiare rispetto ad una importante offerta di Rinascente, che prevederebbe per sei anni una somma quasi doppia rispetto alla stima fatta dal gruppo guidato dall’ad Pierluigi Cocchini, con un ritocco dopo i primi sei anni.

Nel frattempo, una dipendente di Palermo ha deciso di scrivere una lettera con ‘il cuore in mano’ per sensibilizzare l’ad di Fabrica Immobiliare Giovanni Maria Bennucci. “Siamo tutti a conoscenza delle trattative che riguardano la mia azienda e quella che lei rappresenta e sappiamo bene quanto Fabrica Immobiliare stia facendo del suo meglio per portare profitto al fondo Inarcassa – scrive Ketty -. Sicuramente il vostro compito è quello di ottenere il miglior risultato. La nostra azienda potrà garantire ciò che voi cercate. Siamo orgogliosi di appartenere a questa realtà che ci ha consentito di poter costruire i nostri sogni e dare un futuro dignitoso ai nostri figli. Adesso ci sentiamo tutti smarriti e con l’incertezza sul futuro”.

Oltre alla paura di non avere più un posto di lavoro i dipendenti stanno vivendo varie forma di malesseri. “Molti di noi – scrive Ketty – vivono disagi come stress, depressione, insonnia, disturbi alimentari. Tutto questo si ripercuote anche nelle nostre famiglie che sperano e pregano con affinché si possa trovare una soluzione. Vi chiedo, a nome di tutti, una riflessione che possa farvi comprendere ciò che stiamo vivendo. Ormai, sono mesi che aspettiamo un esito positivo della trattativa e vogliamo trasmettervi ciò che abbiamo nel cuore. Sono sicura che ascolterete le nostre voci e che presto tutto si risolverà al meglio. Confido nel vostro buonsenso chiedendovi di firmare l’accordo con Rinascente”, conclude Ketty. (Ansa)