Rogo deposito di Alcamo, il sindaco Surdi sollecita Arp per avere dati inquinamento terreno

0
38

Una “risposta immediata” sui dati relativi all’analisi del terreno dopo l’incendio che il 30 luglio ha distrutto un deposito per la raccolta differenziata dei rifiuti ad Alcamo, in provincia di Trapani. A chiederla è il primo cittadino Domenico Surdi che ha inviato un’ulteriore nota di sollecito all’Arpa al fine di ottenere, nel più breve tempo possibile, il rapporto dati.

“Ad oggi – sottolinea il sindaco – non è pervenuta alcuna risposta alle note già inviate all’Arpa. Questa amministrazione ritiene, nell’interesse della collettività, che sia trascorso un notevole lasso di tempo fra l’incendio e la comunicazione dei dati su richiamati. La richiesta verso l’Arpa è motivata dall’opportunità di fornire alla cittadinanza un quadro per quanto possibile completo rispetto sia ai dati dell’aria che all’analisi del terreno. Pertanto chiediamo una risposta immediata”.

Il rogo aveva costretto il sindaco a emanare un’ordinanza, poi revocata il 1 agosto, con cui si invitava la cittadinanza a evitare di stare all’aperto e “consumare prodotti ortofrutticoli di produzione propria o comunque raccolti nel territorio dopo lo svilupparsi dell’incendio”.