Sanità, all’Ismett di Palermo trapianto combinato fegato-polmoni

0
20

Quindici ore di sala operatoria, 2 équipe medico-chirurgiche coinvolte, organizzazione sincronizzata al secondo. Un uomo siciliano di 30 anni è tornato a sperare grazie a un trapianto combinato di fegato e polmoni eseguito all’Ismett di Palermo. “Si tratta di uno dei pochissimi trapianti di questo tipo realizzati – sottolinea l’Istituto mediterraneo per i trapianti e le terapie ad alta specializzazione – Secondo la letteratura scientifica, sono poche decine gli interventi di questo tipo effettuati nel mondo”. Il paziente, della provincia di Enna, soffre di fibrosi cistica, una grave malattia a trasmissione genetica che aveva compromesso sia la funzione del fegato sia quella dei polmoni.

 

L’uomo era sempre stato seguito e curato dal Centro per la fibrosi cistica di Catania, ma nell’ultimo periodo le sue condizioni erano veramente critiche: il paziente non riusciva più a respirare autonomamente, non era più in grado di alzarsi dal letto e senza un trapianto gli restavano poche settimane di vita. L’intervento è stato eseguito il 7 ottobre scorso, grazie al gesto di civiltà e generosità della famiglia di un giovane donatore palermitano. Il prelievo è stato eseguito all’ospedale Civico di Palermo. Mentre entrambi i polmoni sono stati trapiantati, per il trapianto di fegato è stata usata la tecnica dello split liver che prevede la divisione dell’organo in 2 parti utilizzabili per 2 pazienti diversi. I polmoni e il lobo destro del fegato hanno sostituito gli organi ormai distrutti dalla fibrosi nel giovane siciliano, mentre il lobo epatico sinistro è stato trapiantato in un paziente pediatrico a Bergamo. L’intervento dell’Ismett è stato eseguito senza necessità di circolazione extracorporea.

 

“Le condizioni del paziente sono buone – spiega Alessandro Bertani, direttore del Programma di trapianto di polmoni presso l’Ismett – Ha avuto un ottimo recupero, tanto da essere dimesso dalla Terapia intensiva pochi giorni dopo l’intervento. Attualmente, è ricoverato presso il Reparto di degenza”. L’Ismett – ricorda una nota dall’Istituto – è attualmente l’unico centro a sud di Roma dove si effettua il trapianto di polmone e dove possono essere eseguiti trapianti combinati complessi come quello di polmone e fegato. Il programma si avvale del lavoro integrato di specialisti in campo medico e chirurgico e di una stretta collaborazione con i centri di cura per la fibrosi cistica, per garantire elevati standard di assistenza medica. Già nel 2009 all’Ismett era stato eseguito un trapianto combinato di fegato e polmoni, su una ragazza 18enne campana anche lei affetta da fibrosi cistica.