Sanità: eseguite all’ospedale di Cefalù 100 Cardio Tac in un mese

0
15

Cento Cardio Tac sono state eseguite dalla Fondazione Giglio di Cefalù nel primo mese di avvio del nuovo esame diagnostico realizzato grazie all’innovativo tomografo computerizzato “Revolution CT”, di cui si è dotato l’ospedale, e alla collaborazione con il centro Monzino di Milano.

“Abbiamo potuto constatare – ha detto il presidente della Fondazione Giglio, Giovanni Albano – grande attenzione nel territorio alla prevenzione con una importante risposta all’inserimento nell’offerta sanitaria di prestazioni innovative. Rappresenta per noi, questa risposta, una gratificazione per gli investimenti in tecnologie e risorse umane effettuate in quest’ultimo biennio”.

La Cardio TC fornisce informazioni sull’albero coronarico non solo di tipo anatomico (restringimento coronarie) ma anche di tipo funzionale (ossia se una determinata stenosi corrisponde un’area di ischemia ed eventualmente la sua entità di estensione e sulle caratteristiche delle placche ateromasiche. Ha, inoltre, la capacità di identificare l’arteriosclerosi sub critica, patologia che impatta prognosticamente sui pazienti “non individuabile con alcun tipo di test come quello da sforzo o similare”.

La “Revolution Ct” esegue una tac al cuore nel tempo di un solo battito e un esame total body in un secondo abbinando alla rapidità di scansione una notevole riduzione della dose di radiazione.

Le sedute di CardioTC vengono effettuate dalla Fondazione Giglio con cadenza bimestrale. Le prossime sono programmate per l’8 e il 9 novembre. Si può prenotare tutti i giorni su una linea dedicata esclusivamente a questa prestazione dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 18 allo 0921.920658.