Sanità, sabato al Cto di Palermo la “Giornata del Parkinson”

0
10

E’ una malattia neurodegenerativa progressiva che coinvolge in larga parte soggetti anziani e che pregiudica funzioni come il controllo dei movimenti e dell’equilibrio, oltre a sfociare in tutta una serie di disturbi vegetativi e cognitivi. E’ la malattia di Parkinson che sabato 28 novembre celebra la giornata nazionale, giunta alla settima edizione. Un appuntamento in tutto il territorio italiano, promosso dall’Accademia italiana per lo studio della malattia di Parkinson e i disturbi del movimento e dalla Fondazione Limpe per il Parkinson, con momenti di informazione e di confronto che coinvolgeranno oltre 90 strutture locali, attraverso il supporto di personale medico qualificato.

 

 

A Palermo, la giornata verrà celebrata presso il Cto di viale del Fante, sede dell’ambulatorio Parkinson dell’Azienda Villa Sofia – Cervello, centro di riferimento regionale per questa malattia, coordinato dalla dottoressa Tania Avarello. Un incontro, con inizio alle 9, nel corso del quale vi sarà un momento di accoglienza e di informazioni, cui seguiranno gli interventi della dr.ssa Avarello e del team di professionisti dell’ambulatorio, tutte donne, fra logopediste,neuropsicologhe e fisioterapiste, chiamate a tracciare un bilancio del progetto che da oltre un anno viene portato avanti in collaborazione con l’Asp 6 per l’assistenza domiciliare ai pazienti affetti dalla malattia.

 

 

Un progetto, sostenuto dall’Assessorato regionale alla salute, che mira a migliorare il processo di riabilitazione sia motoria che cognitivo-logopedica dei pazienti, e la realizzazione di un percorso diagnostico terapeutico che segua il paziente nella progressione della malattia. Sono più di 500 i pazienti seguiti presso il centro del Cto, mentre le visite dall’inizio dell’anno ad oggi sono state più di mille. Nel corso dell’incontro è previsto l’intervento del coordinatore della sezione di Palermo dell’Associazione italiana Parkinson, dr. Antonino Messina e in conclusione un intrattenimento musicale.

 

 

Anche quest’anno alla Giornata Nazionale Parkinson aderiscono le Associazioni Pazienti Parkinson Italia, Aigp Onlus (Associazione Italiana Giovani Parkinsoniani) e Light of Day, Fondazione che organizza in tutto il mondo concerti evento rock folk avvalendosi di big del calibro di Bruce Springsteen e John Rzeznik (Goo Goo Dolls) o dello spettacolo come Michael J. Fox, il noto attore di Ritorno al Futuro. In ciascun paese metà dell’incasso dell’evento musicale sarà devoluto a un’associazione locale che si occupa di Parkinson. Per l’Italia è stata scelta l’Accademia Limpe Dismov che destinerà la donazione di Light of Day al progetto di ricerca sulla qualità della vita dei pazienti affetti da malattia di Parkinson e dei loro familiari. È possibile sostenere il progetto anche attraverso le modalità indicate sul sito www.giornataparkinson.it.