Scuola: bando da 240 milioni per le aperture pomeridiane di 6.000 istituti

0
54
il ministro dell'Istruzione Stefania Giannini

Scuola: bando da 240 milioni per consetire le aperture pomeridiane e in orari extra scolastici di 6.000 istituti di tutto il Paese. “La Scuola al Centro”, l’iniziativa di contrasto alla dispersione scolastica e di inclusione sociale fortemente voluta dal Ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, torna con un nuovo bando finanziato dal Fondo sociale europeo nell’ambito del PON 2014-2020.

Questa estate sono state quattro le città coinvolte: Milano, Roma, Napoli e Palermo. Dieci i milioni stanziati nei mesi scorsi per le aperture estive. Ora sarà possibile ampliare l’esperienza in tutta Italia con una maggiore apertura delle scuole in orari diversi da quelli delle lezioni e quindi di pomeriggio e nei week end. Sono 240 i milioni (fondi europei) che vengono messia disposizione con il bando pubblicato oggi sul sito del Miur.

Un finanziamento che consentirà a circa 6.000 istituzioni scolastiche (il 72,4% delle 8.281 presenti sul nostro territorio) di prolungare il loro orario di apertura, offrendo in tutta Italia ai ragazzi coinvolti un arricchimento del percorso formativo e garantendo alle famiglie e al territorio un presidio di contrasto alla dispersione scolastica e di recupero delle sacche di disagio sociale.

“Partendo dal progetto La Scuola al Centro stiamo proponendo al Paese un nuovo modello di scuola – dice Stefania Gianni -. Una scuola che è un punto di riferimento non solo quando c’e’ lezione. Un centro civico dove, anche grazie alla collaborazione con il territorio, i ragazzi possano stare di pomeriggio o nei week end, d’estate come d’inverno, trovando stimoli e iniziative alternative alla strada. La Scuola al Centro è il cuore del nostro piano contro la dispersione scolastica”.(AGI)