Sfida TikTok: l’autopsia alla bambina conferma la morte per asfissia

0
25

L’esame autoptico eseguito all’Istituto di medicina legale del Policlinico conferma che la morte della piccola Antonella, 10 anni, è avvenuta per asfissia. L’autopsia era stata disposta dalla Procura di Palermo, sul corpo della piccola deceduta all’ospedale dei bambini di Palermo accompagnata dai genitori e giunta in arresto cardiocircolatorio.

Dal racconto dei genitori la bambina avrebbe partecpato a una challenge sul social TikTok, che consiste nel resistere il più possibile senza respirare. Antonella era stata ritrovata nel bagno di casa con una corda attorno al collo e l’altra estremità attaccata alla barra porta asciugamani. In ospedale i medici erano riusciti dopo vari tentativi a far ripartire il cuore ma le sue condizioni erano comunque gravissime e dopo la dichiarazione della morte celebrale i genitori hanno dato l’assenso all’espianto degli organi.

Il cellulare della bimba è stato sequestrato nell’immediatezza dei fatti: gli investigatori stanno lavorando per sbloccare l’apparecchio e accedere ai dati. Pare infatti che il codice di sblocco fosse conosciuto soltanto dalla piccola. Alla Kalsa, intanto, il quartiere in cui vive la famiglia, è un continuo viavai di persone, familiari, conoscenti: il vicolo in cui abitano è stato contornato di palloncini colorati, striscioni in ricordo di Antonella e tanti fiori bianchi. (Agi)