Silvio Berlusconi a Palermo lancia Armao e Sgarbi assessori forzisti della giunta Musumeci

0
115
silvio berlusconi a palermo

Teatro Politeama stracolmo di militanti azzurri per accogliere Silvio Berlusconi. Qualcuno è rimasto fuori dai cancelli e c’è rimasto male, ma il successo della manifestazione ha mitigato la delusione. Il leader di Forza Italia, a Palermo per sostenere la candidatura di Nello Musumeci, ha subito fiutato l’aria favorevole: “C’è aria di grande simpatia per noi – ha detto sorridente – quindi vinciamo noi”.

Ma l’ex cavaliere, nel corso del suo intervento, oltre a menare fendenti contro il M5S ha regalato un “colpo di teatro” è il caso di dirlo vista la location, quando ha chiamato sul palco, oltre a Nello Musumeci e Gaetano Armao, da tempo designato vicepresidente della Regione con delega all’Economia, anche Vittorio Sgarbi.

“E’ il più grande critico d’arte, siamo amici e litighiamo da anni, è una persona importante per la Sicilia” – ha detto Silvio Berlusconi. Una investitura ufficiale che prelude all’ingresso di Sgarbi nell’eventuale governo Musumeci in caso di vittoria.

La delega, ovviamente, alla Cultura. Gongola, a fine manifestazione, anche il commissario forzista Gianfranco Miccichè. “Eravamo in vantaggio di due punti su Cancelleri, la manifestazione di oggi con Silvio Berlusconi ci ha dato altri due punti e mezzo” – conclude.