Teatro: a Palermo debutta Butterfly, in “Piazza Massimo” un maxischermo

0
34
hui he impegnata nella butterfly al teatro massimo di palermo

Teatro: a Palermo debutta Butterfly, in piazza anche un maxischermo: venerdì, sabato e domenica la tre giorni”Piazza Massimo” con posti a 1 euro. Una Butterfly attualizzata al Secondo Dopoguerra, in un momento storico per il Giappone simile a quello immaginato da Puccini, con il Paese sotto la dura occupazione degli americani. Una Butterfly ambientata in un teatro diventata casa di vendita di ragazze, soprattutto geishe, ai militari e ufficiali americani.

È questa la Butterfly del regista Nicola Berloffa, direttore Jader Bignamini, scene Fabio Cherstich, costumi Valeria Donata Bettella, luci Marco Giusti, che debutta al Teatro Massimo di Palermo venerdì 16 settembre (prova generale il 14 a favore di Telethon), una nuova produzione in collaborazione con il Macerata Opera Festival.

Una produzione con un cast d’eccezione: Cio-Cio-San è il grande soprano cinese Hui He. Il Teatro dedicherà la prima di Butterfly a Daniela Dessì, il grande soprano recentemente scomparso, visto che proprio Butterfly fu l’ultima opera che l’artista cantò a Palermo nel 2012.  E per il secondo cast Maria Katzarava (che debutta nel ruolo); Anna Malavasi (Suzuki), Raffaella Lupinacci (Suzuki del secondo cast); Brian Jadge (Pinkerton), Angelo Villari (Pinkerton secondo cast); Milena Josipovic (Kate Pinkerton); Giovanni Meoni (Sharpless) e il palermitano Vincenzo Taormina (Shapless secondo cast). Orchestra e coro del Teatro Massimo.

L’opera è stata presentata alla stampa con il regista, il direttore, il cast, il sovrintendente del Teatro Massimo Francesco Giambrone. Venerdì alle 20.30 la prima, che sarà trasmessa all’esterno su un maxischermo davanti a una platea all’aperto, con posti a 1 euro e la conduzione di Stefania Petyx prima dello spettacolo e all’intervallo.

Uno degli appuntamenti di una tre giorni (venerdì 16, sabato 17, domenica 18) che si chiama Piazza Massimo. Sabato è in programma “Figaro! Operacamion” di Fabio Cherstich (la riduzione del Barbiere di Siviglia allestito su un camion che mercoledì debutterà nella piazza di San Francesco Saverio all’Albergheria), domenica una serie di video degli spettacoli che sono andati in scena l’anno scorso a Teatro: Cavalleria Rusticana, il balletto Bolero di Fabrizio Monteverde, il concerto sulla musica dei Beatles con Federico Rampini, un video prodotto dal Teatro che raccoglie il meglio che il Teatro ha fatto negli ultimi anni che ha come filo conduttore l’amore. Tutto con posti a 1 euro.

“Una grande festa – dice il sovrintendente Francesco Giambrone – una platea di mille posti che si aggiungono ai 1.300 all’esterno, come è stato fatto l’anno scorso con La Bohème. Lo spettacolo sarà trasmesso anche in diretta streaming sul nostro sito e su quello del Comune di Palermo per ribadire la nostra volontà di dire che il Teatro Massimo appartiene a tutti e tutti se ne possono sentire parte, che questo è un luogo che vale la pena di frequentare”.

Puccini matura il progetto dopo avere assistito alla rappresentazione londinese dell’ultimo lavoro di David Belasco, Madame Butterfly, tratto dall’omonimo racconto del 1898 di John Luther Long, a sua volta ispirato al romanzo Madame Chrysantème (1887) di Pierre Loti. La storia dell’infelice Cio-Cio-San (Butterfly), giovane geisha innamorata del luogotenente della marina americana F.B. Pinkerton e da lui abbandonata dopo un matrimonio ”all’uso giapponese”, affascinò immediatamente il musicista che per la stesura del libretto si affidò ai suoi due collaboratori più fidati, Luigi Illica e Giuseppe Giacosa. I tre si misero subito al lavoro e l’opera venne ultimata il 29 dicembre 1903. (AdnKronos)