Terrasini: consigliere comunale incompatibile per debiti

0
78

La prima sezione civile della Corte d’appello di Palermo, confermando la sentenza di primo grado, ha dichiarato incompatibile Girolamo Di Mercurio con la carica di consigliere al Comune di Terrasini, poiché aveva dei debiti tributari con l’ente per cui si era candidato.

I giudici hanno applicato il decreto legislativo che prevede come l’amministratore pubblico che abbia debiti con il fisco sia incompatibile con la carica di sindaco, presidente della provincia o del consiglio comunale o provinciale o consigliere comunale o provinciale.

L’azione giudiziaria era stata intrapresa dalla prima dei non eletti alle elezioni comunali del giugno 2016, Giuseppina Mistretta, difesa dagli avvocati Alberto Gattuccio e Francesco Paolo Perniciaro del Foro di Palermo.