Tonnara Favignana, Ficarra: (Lega): “Miccichè ha ossessione patologica di Salvini”

0
93

“Lo sport preferito di Miccichè sembra essere ormai diventato l’attacco giornaliero a Matteo Salvini. Il presidente dell’Ars, invece di svolgere il suo ruolo istituzionale, non perde occasione per offendere i tanti milioni di italiani che hanno votato Lega e tutti quei siciliani che hanno scelto di farlo”.

Replica così Elio Ficarra, responsabile degli enti locali della provincia di Palermo della Lega, al commissario di Forza Italia, Gianfranco Miccichè che, con alcuni video su facebook, ha attaccato il vicepremier Matteo Salvini, durante un comizio e oggi sulla vicenda che riguarda le quote tonno della Tonnara di Favignana. Parole rivolte anche contro il sottosegretario alle Politiche agricole, Franco Manzato.

“Il decreto firmato dal sottosegretario #Manzato è illegittimo – scrive Miccichè su Facebook –. Le #quotetonno sottratte a #Favignana sono frutto di una scelta esclusivamente politica della Lega perché persino l’ufficio tecnico del Ministero si era rifiutato di firmarlo. Consiglio alla ditta #Castiglione di ricorrere al Tar, #ilverotonnoèchivotasalvini Matteo Salvini”.

“La Lega sta lavorando per il bene dei siciliani e continuare a gettare odio per tentare di strumentalizzare la legittima volontà popolare non servirà a drenare consenso, dicendo anche  falsità. Serve – ribadisce Ficarra – un centrodestra coeso che non ammicchi al partito democratico, esercizio che Miccichè svolge scientificamente con accordi politici che hanno l’obiettivo, come da lui stesso più volte dichiarato, di “ammazzare la Lega”. E su questo condivido pienamente la posizione del commissario in Sicilia della Lega, Stefano Candiani che, in un’intervista di qualche giorno fa, ha stigmatizzato le parole di Miccichè parlando di “indignazione” per quanto detto contro la Lega.

“Un atteggiamento – conclude Ficarra – che di fatto tradisce la storia di Forza Italia come componente di un’area politica che nulla ha a che fare con la sinistra. Probabilmente Miccichè incarna la figura dell’ultimo dei mohicani con l’ossessione patologica di Matteo Salvini. Un tentativo estremo che non fermerà il cambiamento politico che è in atto nel nostro Paese”.