Tragedia sul traghetto Palermo-Ustica: marittimo muore per un malore

0
301

Un marittimo che lavorava a bordo della nave Antonello da Messina in servizio tra Palermo e Ustica, Vincenzo Amato, di 54 anni, è morto di mattina a causa di un malore. L’allarme è stato lanciato poco prima dell’attracco sull’isola.

Nonostante i tentativi per soccorrerlo – tra massaggio cardiaco, iniezioni di atropina e adrenalina – per lui non c’è stato nulla da fare. Secondo una prima ricostruzione, Amato si è chiuso nella sua cabina dove avrebbe accusato un malore.

Poco prima dell’ormeggio del traghetto il personale di bordo ha contattato il 118. La prima a intervenire e’ stata una dottoressa della guardia medica, accompagnata direttamente da un sottufficiale della guardia costiera. Al loro arrivo in ambulanza i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. A bordo della Antonello da Messina, rimasta bloccata al porto di Ustica, e’ intervenuto anche il pm di turno. (ANSA)