Tram a Palermo: tutto pronto per il bando internazionale di progettazione di altre tre tratte

0
41
controllore aggredito sul tram di palermo

Tram a Palermo: tutto pronto per il bando internazionale di progettazione di altre tre tratte. Sarà approvato la prossima settimana il bando internazionale, con procedura aperta, per la progettazione generale della seconda fase del sistema tram nel capoluogo siciliano e per la progettazione definitiva del I stralcio riguardante tre tratte: il prolungamento della linea 1 dalla via Balsamo a viale Croce Rossa, il prolungamento della linea 1 dalla stazione Notarbartolo a via Duca della Verdura e prolungamento della linea 3 lungo viale della Regione siciliana sino alla stazione Orleans.

Il concorso è aperto agli architetti e agli ingegneri singoli o in raggruppamenti e la partecipazione al concorso sarà possibile esclusivamente online tramite il portale www.concorrimi.it. Il costo massimo dell’intervento generale da realizzare è di 657 milioni di euro, di cui 515 per le sole opere. Il costo massimo dell’intervento del primo stralcio è di 198 milioni di cui 157 per le sole opere. Il vincitore del concorso riceverà un premio di 100.000 euro mentre la proprietà del progetto resterà del Comune di Palermo.

Il vincitore potrà avere affidato l’incarico per la redazione del progetto definitivo, nonché l’incarico di coordinatore della sicurezza e direttore dei lavori in fase di esecuzione. Nel caso in cui accettasse l’incarico, non sarà corrisposto il premio di 100 mila euro relativo al bando di progettazione.

“Con un percorso di altissimo profilo tecnico e professionale – dicono il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore alle Infrastrutture Emilio Arcuri – la città ha avviato finalmente l’iter per la realizzazione di altre linee di tram, con soluzioni che saranno certamente all’avanguardia sotto il profilo della mobilità, della sostenibilità e dell’efficienza. Grazie ai circa 200 milioni già ottenuti dall’Amministrazione – concludono – sarà possibile realizzare le prime tre linee e, ancora una volta, mettere in moto un positivo circuito economico e produttivo”. (foto pasquale ponente)