Trapani, arrestati padre e figlio gioiellieri per riciclaggio: indagate altre 13 persone

0
49

Alle prime ore dell’alba, i Finanzieri del Nucleo di Polizia economico finanziaria e i Carabinieri del Nucleo Investigativo dei Comandi Provinciali di Trapani hanno tratto in arresto in esecuzione del provvedimento di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emesso dal GIP del Tribunale di Marsala, su richiesta della locale Procura della Repubblica: un gioielliere di Castelvetrano, Tommaso Geraci di 65 anni e il figlio Antonino Geraci di 37 anni, anche lui gioielliere.

Oltre all’arresto, i due indagati sono stati destinatari anche di un ingente sequestro beni. I Geraci sono indagati per il reato di riciclaggio e impiego di denaro, beni e utilità di provenienza illecita oltre che per false fatturazioni con conseguenziale evasione d’imposta. Le indagini di Carabinieri e Finanzieri, coordinati dalla Procura della Repubblica di Marsala, hanno permesso di svelare “l’esistenza di una diffusa e penetrante attività illecita, volta al riciclaggio e al reimpiego di notevoli quantità di oro di provenienza illecita”. Indagate anche altre 13 persone.