Trapani, arrestato per bancarotta ex deputato dell’Ars Onofrio Fratello: notificati altri 6 avvisi di garanzia

0
92

Con l’accusa di intestazione fittizia di beni e bancarotta fraudolenta, i carabinieri del Comando Provinciale di Trapani hanno arrestato l’ex deputato della Regione Siciliana Onofrio Fratello e eseguito un’ordinanza cautelare del Gip nei confronti di altri tre indagati accusati, a vario titolo.

A sei persone sono state notificate informazioni di garanzia. Secondo l’accusa l’ex onorevole, condannato nel 2006 per concorso esterno in associazione mafiosa, avrebbe intestato fittiziamente quote e cariche sociali di cooperative per l’accoglienza di migranti a prestanome occultando così i proventi delle attività economiche e evitando di comunicare le variazioni patrimoniali come imposto dalla legge ai condannati per reati di mafia.

Fratello, con la complicità di due complici – anch’essi tratti in arresto e sottoposti ai domiciliari – avrebbe alienato beni e servizi di una sua società sportiva, dichiarata fallita nel 2015 ad un’altra da lui costituita ed intestata ad uno dei complici con l’esclusiva finalità di eludere la normativa fallimentare, commettendo bancarotta fraudolenta per distrazione.