Trapani: estorsione e furto in abitazione, in manette 19enne

0
42
aggressione in centro a palermo

Si spalancano le porte del carcere per Giuseppe Felice Beninati, 19 anni, arrestato dai carabinieri del nucleo Operativo e Radiomobile di Trapani con l’accusa di estorsione, furto in abitazione e tentato furto aggravato. Tutti reati commessi a Trapani nel maggio 2011 e 2013. Beninati, autore della sparatorio avvenuta pochi mesi fa nel quartiere Sant’Alberto, era già sottoposto ai domiciliari.

Adesso per lui si sono aperte del porte del carcere in esecuzione dell’ordine per la carcerazione emesso dall’ufficio Esecuzioni penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Palermo. Deve espiare un anno e 8 mesi di reclusione per estorsione, furto in abitazione e tentato furto aggravato. Dopo le formalità di rito, è stato condotto presso l’Istituto penale per minorenni ‘Malaspina’ di Palermo, a disposizione dell’autorità giudiziaria.