Trapani, l’Accademia di Belle Arti amplia l’offerta formativa

0
201

Formare artisti 3.0 che sappiano coniugare tradizione e modernità. L’Accademia di Belle Arti Kandinskij (Abak) di Trapani punta ad ampliare la sua offerta formativa affiancando allo studio delle discipline artistiche anche l’artigianato di qualità: all’interno della sede di via Cappuccini saranno infatti ricavati laboratori di oreficeria, corallo, marmo e ceramica.

Viene inoltre rafforzata la convenzione con l’Istituto Tecnologie Avanzate per l’utilizzo del laboratorio di nanotecnologie applicate ai beni culturali, affinché l’attività di ricerca venga messa al servizio delle istituzioni pubbliche e private che curano il patrimonio artistico siciliano e italiano. L’Abak, che fa parte del polo universitario “Principe di Napoli”, propone per l’anno accademico 2016-2017 un’offerta formativa con 10 corsi di laurea di primo livello, 12 corsi biennali di laurea specialistica di secondo livello, 4 corsi di restauro a ciclo unico. E rinnova pure la collaborazione con l’Università internazionale Supinfo, ateneo francese con 30 sedi sparse nel mondo (tra cui Londra, Casablanca, Montreal, Pechino) specializzato in ingegneria informatica.

L’anima artistica e scientifica dell’accademia “convivono” assieme per fornire agli studenti un ampio ventaglio di scelte e una preparazione rispondente alle esigenze di un mercato che – anche in campo artistico – richiede professionisti sempre più specializzati. Prova ne sia che gli allievi finora usciti dall’Abak abbiano trovato sbocchi occupazionali in settori che abbracciano l’arte stricto sensu, il design, le nuove tecnologie quali fotografia, cinematografia, televisione e informatica.

L’Accademia dispone di un vero e proprio campus all’americana con 24 stanze adibite a casa dello studente, alle quali si può accedere con i bandi annuali emanati dall’Ersu e tramite borse di studio (o collaborazioni lavorative) retribuite dall’Abak sulla base del reddito Irpef. Sono 10 le aule dedicate alla didattica, oltre ai laboratori; gli studenti possono anche usufruire di biblioteche, zone ricreative all’aperto e un’ampia foresteria.

Oltre alla sede di Trapani, l’Abak ha una sede a Custonaci presso la “Scuola del marmo”, nuova accademia musicale convenzionata con il Conservatorio “Vincenzo Bellini” di Palermo. Da quest’anno l’attività dell’Abak sarà “raccontata” sui principali social network (Facebook, Twitter, Instagram) per stabilire un legame più forte tra il mondo universitario e il territorio, per dare vita a iniziative volte a integrare la didattica.