Trattativa Stato-mafia: deporranno anche Antonio Di Pietro e alcuni pentiti

0
23

Oltre all’ex premier Silvio Berlusconi, deporranno al processo di appello di Palermo sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia l’ex magistrato Antonio Di Pietro, i pentiti Giovanni Brusca, Gioacchino la Barbera e Francesco Squillaci, l’ex presidente della Camera Luciano Violante e i direttori degli istituti penitenziari di Tolmezzo e Opera. Lo ha deciso la corte d’assise d’appello che per il presunto patto tra pezzi delle istituzioni e Cosa nostra processa l’ex senatore Marcello Dell’Utri, gli ex ufficiali del Ros Mario Mori, Antonio Subranni e Giuseppe De Donno, il pentito Giovanni Brusca, Massimo Ciancimino e i boss Leoluca Bagarella e Antonio Cinà.

La corte, che ha disposto la rinnovazione del dibattimento, ha respinto la richiesta di sentire l’ex numero due del Sisde Bruno Contrada, l’ex ministro Calogero Mannino e i boss Filippo e Giuseppe Graviano. Di Pietro, che verrà sentito come Berlusconi il 3 ottobre, dovrà riferire sul colloquio avuto col giudice Borsellino dopo la strage di Capaci.(ANSA)