Turismo: Bit di Milano, padiglione super per la Sicilia che si mette in vetrina

0
221

Le iniziative legata alla promozione turistica in Sicilia verranno illustrate in conferenza stampa lunedì 10, alle 15, nel padiglione 3 della Bit di Fieramilanocity, alla presenza dell’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo, Manlio Messina.

  All’incontro interverranno i sindaci di Catania, Salvo Pogliese insieme con l’assessore alla Cultura Barbara Mirabella; di Agrigento, Lillo Firetto; di Piazza Armerina, Nino Cammarata; di Zafferana Etnea, Salvatore Russo; di Favignana, Giuseppe Pagoto, insieme con il vice sindaco di Pantelleria, Maurizio Caldo. Ed ancora, il presidente di Island of Sicily, Christian Del Bono e il presidente del distretto turistico Sicilia occidentale, Rosaria D’Alì. “La Bit è una prima occasione per verificare l’andamento del mercato e il livello di gradimento che può riscuotere l’offerta turistica siciliana – dice l’assessore regionale al Turismo Manlio Messina – Nello stand di circa mille metri quadrati la Regione siciliana, il padiglione più grande della kermesse, sarà presente con circa 80 operatori turistici e vogliamo lavorare sulle nostre straordinarie potenzialità al servizio di ogni tipo di turista: appassionati d’arte, cultura, enogastronomia, legata anche al turismo esperenziale, e tradizioni”, aggiunge l’assessore Messina.

Il sindaco di Catania Salvo Pogliese, illustrerà come la città si confermi la principale meta turistica del Sud, grazie a iniziative come gli incentivi per gli eventi destagionalizzati e gli strumenti con cui l’amministrazione per la prima volta in Italia promuove e sostiene il turismo congressuale, scolastico e quello di gruppo. Spazio anche a Zafferana Etnea che, con l’Ottobrata Zafferanese. Da Piazza Armerina verrà annunciata, a partire dal 1 aprile, l’apertura notturna della Villa Romana del Casale, straordinario sito Unesco, e anche le date della 65esima edizione del Palio dei Normanni, la più grande manifestazione di rievocazione storica in costume del meridione d’Italia.

Focus sull’interattività, con il portale Welcome Agrigento, che mette in rete l’offerta turistica del territorio. Prevista anche la presentazione dell'”Itinerario fiorito di Sicilia”, un percorso green per esaltare le caratteristiche intrinseche dei singoli paesi che fanno parte del Circuito Nazionale dei Comuni Fioriti.

“Destagionalizzare i flussi turistici, riqualificare il segmento culturale e tutelare la tipicità enogastronomica. Sono i tre principali obiettivi che il mio governo si pone per il 2020 sul fronte del turismo”. Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, commentando l’apertura della Bit di Milano. “Siamo – ha aggiunto Musumeci – la regione del Mezzogiorno che ha registrato la maggior crescita nello scorso anno in arrivi e presenze. Siamo fra le prime mete preferite al mondo e vogliamo farci trovare pronti all’appuntamento con questa straordinaria opportunità. Lavoriamo a un patto pubblico-privato che faciliti l’accessibilità aerea all’Isola e renda più varia e qualificata l’offerta ricettiva. Siamo sulla buona strada”.

L’assessore Razza e il turismo sanitario

“Quest’anno candidiamo la nostra regione ad essere punto di rifermento anche per il turismo sanitario. E’ un mercato che in tutta Europa sviluppa centinaia di miliardi di euro e che, purtroppo, la Sicilia non è ancora capace di intercettare al meglio così come tutta l’Italia, se è vero che di questo grande segmento non si riesce a recuperare più dell’uno per cento. Così al turismo sanitario dedicheremo l’edizione 2020 del Forum Meridiano Sanità: oltre ai tanti relatori internazionali già previsti coinvolgeremo, infatti, i pù importanti operatori di turismo e di sanità”. Lo ha detto alla Fiera di Milano l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, nel corso della conferenza stampa organizzata nello stand della Regione Siciliana allestito presso la Bit 2020. “L’obiettivo – ha aggiunto Razza – è diventare meta e riferimento per chi vorrà è sceglierci come luogo non solo di turismo tradizionale, ma anche di cura del corpo e di benessere alimentare e fisico. Volevo, infine, sottolineare la grande partecipazione allo stand della Sicilia qui alla Bit 2020, testimonianza palese dell’ottimo lavoro condotto dall’assessorato al Turismo”.

A Trapani Birgi nel 2020 800mila transiti

“Saranno 800 mila i passeggeri che transiteranno quest’anno dall’aeroporto di Trapani Birgi e l’anno prossimo pensiamo di potere raddoppiare questo numero con l’obiettivo di raggiungere i tre milioni di passeggeri?”. E’ quanto ha detto Salvatore Ombra, presidente Airgest, la società di gestione dell’aeroporto Vincenzo Florio alla Borsa del turismo di Milano. “Sia l’aeroporto di Trapani che Comiso – ha aggiunto – hanno ampi margini di crescita che gli aeroporti di Palermo e Catania non hanno in quanto arrivati quasi al massimo dei passeggeri transitati. A metà luglio partiranno le prime rotte cui si aggiungeranno le altre destinazioni operative dal 16 agosto”.

Ma a stretto giro è arrivata una nota della Gesap: “In merito alle dichiarazioni del presidente dell’Airgest – società di gestione dell’aeroporto di Trapani Birgi, Salvatore Ombra, sulla “limitata capacità del traffico passeggeri all’aeroporto di Palermo Falcone Borsellino”, la Gesap, la società di gestione dello scalo aereo palermitano, smentisce categoricamente tale affermazione sottolineando che l’aeroporto di Palermo ha già una capacità che va oltre i dieci milioni di passeggeri, e che aumenterà ulteriormente grazie ai lavori di ristrutturazione già in atto e previsti dal piano degli investimenti 2020/2023 di 90 milioni di euro. L’aeroporto di Palermo conta di proseguire la sua inarrestabile crescita di passeggeri, soprattutto nel segmento dei voli internazionali, grazie alle oltre trenta compagnie che operano dallo scalo”.