Turismo, Bte di Bagheria: il turismo in Sicilia, identità, innovazione e l’ospitalità alternativa”

0
73

Ai nastri di partenza la quarta edizione della BTE, la Borsa del turismo extralberghiero ideata da Confesercenti Sicilia per monitorare e promuovere il vasto panorama dell’offerta di ospitalità alternativa in Sicilia.

Un appuntamento in programma dal 7 all’11 novembre, co–organizzato per il secondo anno dall’Assessorato regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo e, in questa edizione, anche dal Comune di Bagheria che ospiterà le giornate inaugurali dell’evento nelle sue ville più belle.

Si parte alle 17,30 dalla Sala Borremans di Palazzo Butera con il convegno inaugurale durante il quale verrà presentato lo studio completo dell’Otie (Osservatorio sul turismo delle economie delle Isole), commissionato da Confesercenti Sicilia per monitorare in maniera costante l’andamento del settore e compararne lo sviluppo regionale con quanto accade nelle altre grandi Isole europee.

“Lo studio – dice Giovanni Ruggieri, presidente dell’Otie – grazie alla comparazione con altri territori insulari mostra punti di forza e di debolezza dell’attuale sistema”. Il trend è più che positivo: negli ultimi 5 anni sull’isola gli arrivi legati all’extralberghiero sono cresciuti del 50 per cento mentre le presenze, ovvero i pernottamenti, del 30 per cento.

Il convegno sarà un’occasione per ragionare, cifre alla mano, di quello che significa dal punto di vista economico e della quantità e qualità dell’accoglienza turistica, l’extralberghiero sull’Isola.

Dopo i saluti del sindaco di Bagheria Filippo Tripoli e la presentazione dello Studio dell’Otie a cura di Giovanni Ruggieri, interverranno: l’assessore al Territorio e Ambiente Salvatore Cordaro; il direttore della Fondazione Unesco Aurelio Angelini; l’assessore al Turismo di Bagheria Brigida Alaimo; il presidente nazionale Confesercenti-Assoturismo Vittorio Messina; e l’assessore regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo, Manlio Messina.

La giornata si concluderà a Villa Palagonia dove si terrà una cena di rappresentanza che vedrà impegnati numerosi chef di Bagheria coordinati dallo chef stellato Tony Lo Coco. Un evento coordinato da Seven Media Company in collaborazione con Bruno Ribadi e Blu Ocean. Una sala sarà riservata a buyer e seller che così potranno iniziare a conoscersi prima del B2B del giorno dopo. Alla cena parteciperanno anche giornalisti di settore e internazionali per veicolare anche sotto il profilo dell’informazione, la promozione turistica e del pescato siciliano.

La seconda giornata, venerdì 8 novembre, a Villa Cattolica, offrirà una serie di novità, a partire dal primo ExpoBte: uno spazio espositivo rivolto ad aziende fornitrici di servizi dedicati al mondo extralberghiero ma anche ad amministrazioni, enti, associazioni e a chiunque si occupi di promozione del territorio e di offerta turistica per rafforzare il brand Sicilia. E ancora: momenti di approfondimento e confronto sulle esperienze attive dei Cammini siciliani (Trasversale sicula, Magna Via Francigena, Palermo Messina per le montagne) in collaborazione con Terre di Mezzo Editore, leader nella produzione di guide per camminatori ed organizzatore di ”Fa’ la cosa giusta”, massima fiera italiana sugli stili di vita alternativi e consumo critico;  attività con il Club dei Borghi più belli d’Italia in Sicilia con la degustazione di prodotti tipici e la realizzazione di un educational tour per giornalisti ed operatori a Cefalù, e nei borghi madoniti; e focus sul pescato con quattro tavoli tematici organizzati da Seven Media Company, arricchendo ancora di più il programma della Borsa.

Evento centrale della giornata i B2B tra i titolari delle strutture extralberghiere – oltre 100 gli iscritti – e i 21 buyer selezionati da 14 diversi paesi e provenienti da: Danimarca, Bulgaria, Ungheria, Italia, Polonia, Romania, Repubblica Ceca, Slovacchia, Paesi Bassi, Giappone, Svizzera, Portogallo, Regno Unito, Canada.

Il procedimento di selezione dei buyer ha permesso di realizzare uno studio sugli interessi e le preferenze del turista dell’extralberghiero, permettendo di tracciarne l’identikit: quasi il 77 per cento dei 186 buyer che hanno compilato il form per partecipare alla Bte ha dichiarato interesse della propria clientela soprattutto ad “arte e cultura”. Al secondo posto c’è “il mare”, e a seguire quello per i tour culturali (70,4%).