Unicef in aiuto dei bambini migranti con “Scriviamo insieme una storia bellissima”

0
73
(foto Italpress)

Unicef con la missione “Scriviamo insieme una storia bellissima”, promossa nel nome dei bambini migranti in Italia, con il contributo speciale Procter & Gamble, ha avviato al processo di accoglienza ben 1.595 minori identificati e registrati a bordo delle navi di soccorso della Guardia Costiera in un solo anno, da maggio 2016 a maggio 2017.

Da maggio 2016, in collaborazione con il Governo Italiano, Unicef è impegnata a fornire protezione ai minori stranieri in arrivo in Italia attraverso misure di assistenza che vanno dalla primissima accoglienza al trasferimento in strutture più piccole e stabili, dal monitoraggio degli standard sui diritti umani all’inclusione scolastica e culturale nelle comunità locali sparse in tutto il territorio nazionale.

Un impegno che P&G ha scelto di sostenere avviando, dall’1 maggio al 31 luglio prossimo, un’iniziativa specifica nei punti vendita della rete Conad Sicilia attraverso la quale, per ogni 10 euro di spesa in un unico scontrino di prodotti P&G, come Dash, Bolt Lenor, Fairy, Mastro Lindo, Viakal, Swiffer, Ambipur, Pantene, Head&Shoulders, Herbal Essences, Olaz, Gilette Venus, AZ, Oral B e Braun, P&G devolverà all’Unicef 2,40 euro, per garantire un supporto psicosociale e un kit dedicato ai bambini migranti e rifugiati in arrivo in Italia.

Secondo i dati aggiornati al 31 dicembre 2016, infatti, su un totale di 181.436 persone sbarcate nel corso dell’anno sulle coste italiane, i minorenni sono stati 28.223. Tra questi, tanti sono arrivati da soli, affrontando sofferenze, paure e umiliazioni. Alcuni hanno presentato domanda altri, sono scappati: a fine aprile 2017, più di 5.200 minorenni sono stati definiti “irreperibili”.

P&G si adopera da sempre per migliorare la qualità della vita delle persone e questa missione è un impegno ulteriore – ha dichiarato Riccardo Calvi, responsabile comunicazione istituzionale P&G in Italia -. Vogliamo, lavorando con Unicef, di cui siamo partner da 10 anni, e Conad Sicilia, affermare il diritto di nascere e crescere sano dei bambini, donando loro una speranza di futuro. Ringraziamo per questo tutti coloro che hanno già iniziato a sostenerci e chi, speriamo, inizierà a farlo presto».

Sono tante e complesse, infatti, le difficoltà che i bambini migranti si trovano a dover affrontare. C’è chi come Oumar, ha intrapreso da solo a 8 anni il viaggio che, passando dal Mali e dalla Libia, lo ha portato in Italia. O chi, come Aasim, è stato l’unico sopravvissuto di un naufragio: si è salvato usando un contenitore di benzina come salvagente, tenendosi a galla per tre ore prima di essere raggiunto dalla nave della Guardia Costiera.

“La registrazione dei migranti sulle navi di soccorso è solo il primo passo di un processo di accoglienza molto più ampio e complesso, ma è un passaggio fondamentale per capire come offrire a questi piccoli migranti servizi adeguati, dall’istruzione, all’assistenza sanitaria e per proteggerli da ogni forma di abuso e violenza. Il supporto di P&G è molto importante perché dà la possibilità a questi bambini di mettere in cantiere il loro futuro. Bambini rifugiati e migranti, infatti, sono tra i più vulnerabili perché esposti a rischi di violenze e sfruttamento. Dobbiamo assicurare a tutti questi bambini assistenza e protezione, ma soprattutto un futuro. Non possiamo avere sulla coscienza il rischio di una generazione perduta”, ha dichiarato Paolo Rozera, direttore generale dell’Unicef Italia.

“Siamo una cooperativa di soci imprenditori, radicati sul territorio e vicina alle persone e per noi, dare sostegno alla nostra isola significa anche accogliere iniziative come queste che fanno qualcosa di concreto per chi ha veramente bisogno. Ringraziamo chi ha già iniziato a partecipare e facciamo appello alla solidarietà di tutti i nostri clienti per aiutare l’Unicef a scrivere una storia bellissima”, ha dichiarato Natale Lia, direttore generale di Conad Sicilia.