Ustica Villaggio Letterario: dal 19 al 26 luglio “Musica manent festival” con 5 concerti

0
51
Tatiana Larionova

Dopo i successi della prima edizione, che nel 2017 ha visto protagonisti artisti di fama internazionale come Ingrid Fliter, Davide Cabassi, Anton Dressler, Tatiana Larionova e il Trio Casa Bernardini, anche nell’estate 2018 torna a Ustica “Musica manent festival”, direttore artistico Alberto Chines, nell’ambito della quarta edizione di “Ustica Villaggio Letterario”, la manifestazione ideata e diretta da Anna Russolillo, in programma nella tradizionale cornice di Punta Spalmatore.

“Musica manent festival” si terrà dal 19 al 26 luglio e propone cinque concerti di musica classica, che spaziano dai capisaldi del repertorio solistico e d’insieme a rarità, prime assolute e, soprattutto, tante sorprese. La nuova edizione 2018 del festival sarà infatti caratterizzata da una proposta musicale originale e assai varia: tutti gli artisti coinvolti, di fama nazionale e internazionale, si esibiranno durate ogni serata in diverse formazioni, alternandosi e dialogando fra loro e con il pubblico, unendo quindi fantasia e voglia di comunicare con doti musicali strabilianti, programmi dinamici e interessanti, nel segno di un alto valore artistico.

Direttore artistico, Alberto Chines. I musicisti ospiti di questa seconda edizione di “Musica Manent festival” sono, insieme con lo stesso Chines, Davide Cabassi (pianoforte), Anna Serova (viola), Roberto Molinelli (viola), Luca Bossi (flauto), Tatiana Larionova (pianoforte) e il Trio Casa Ber­nardini (Enrico Graziani, Marcello Miramonti, Alberto Chines).

Questo il programma: giovedì 19 luglio, il via al festival alle ore 22, con il concerto intitolato “Da genti e paesi lontani”; domenica 22 luglio, “La città dei sogni”; lunedì 23 luglio, “Il popolo, il tango e la gioventù”; martedì 24 luglio, “Classici…o quasi” e giovedì 26 luglio, “Sinergie”. Ecco il video di presentazione della edizione 2018 di “Musica manent festival”https://www.youtube.com/watch?v=BYtWjXVFqlE

GLI ARTISTI 

Luca Bossi, flauto: Formatosi al Conservatorio “G. Verdi” di Milano, Luca Bossi è un artista eclettico e di straordinario interesse per le sue doti strumentali e interpretative. Camerista appassionato e conoscitore del repertorio contemporaneo (ha studiato composizione con Fabio Vacchi e, nel 2007, Federico Gardella ha per lui composto il brano “Etude de l’autre”), è stato primo flauto di importanti orchestre e si è esibito in tutto il mondo con solisti del calibro di P. Badura-Skoda, A. Lonquich, S. Accardo e T. Crow.

Davide Cabassi, pianoforte: Top-prize winner del Van Cliburn International Piano Competition 2005, Davide Cabassi ha suonato per le più importanti società italiane ed estere, collaborando con orchestre come i Munchner Philharmoniker, la Filarmonica della Scala, la Fort Worth Symphony etc. Ha da poco registrato il suo quarto CD per Decca, terza uscita di un progetto a lungo termine dedicato alle Sonate di Beethoven.

Alberto Chines, pianoforte: Dopo il debutto, appena quindicenne, al Teatro Massimo di Palermo, Alberto Chines si è esibito in molte sale prestigiose (Sala Mozart di Bologna, Steinway Hall di Londra, Politeama Garibaldi di Palermo, Van Cliburn Recital Hall di Fort Worth) e in Spagna, Germania, Francia, Portogallo, Inghilterra e US. Allievo di Franco Scala all’Accademia di Imola e di Davide Cabassi al Conservatorio di Bolzano, è membro del Trio Casa Bernardini, col quale si esibisce regolarmente dal 2014. È fondatore e direttore artistico di Musica Manent Festival.

Enrico Graziani, violoncello: Nato a Vicenza nel 1992, Enrico Graziani ha al suo attivo collaborazioni come primo violoncello con orchestre del calibro della Fenice di Venezia, del Teatro San Carlo di Napoli e della Philharmonia Orchestra di Londra. Come violoncellista del Trio Casa Bernardini (insieme a Marcello Miramonti e Alberto Chines) si è esibito, tra gli altri, presso il Teatro Olimpico di Vicenza, il Politeama Garibaldi di Palermo per gli Amici della Musica e la Sala Piatti di Bergamo per la Società del Quartetto.


Tatiana Larionova
, pianoforte: Formatasi al Conservatorio Tchaikovskij di Mosca con Victor Merzhanov e negli USA con Stanislav Ioudenitch, Tatiana Larionova è stata premiata in numerosi concorsi internazionali, si è esibita al Tirolerfestspiele di Erl, in Sala Bolshoi a Mosca, in Sala Verdi a Milano etc. Nella sua discografia, un interessante CD dedicato all’opera pianistica di Christian Ludwig Schuncke pubblicato da Brilliant Classics e una monografia su Tchaikovsky per Movimento Classical.

Marcello Miramonti, violino: Diplomato col massimo dei voti, lode e menzione d’onore al Conservatorio di Milano, Marcello Miramonti è vincitore del Premio Nazionale delle Arti e del secondo premio al concorso internazionale “M. Abbado”. Violinista stabile dell’Orchestra della RAI di Torino, ha collaborato con grandi orchestre, tra cui la Filarmonica della Scala e il Teatro La Fenice, e si è esibito come solista in tutta Europa e in Giappone. Con il Trio Casa Bernardini, di cui è membro, ha tenuto recital in molte importanti città italiane e ha eseguito il Triplo Concerto di Beethoven con l’Orchestra di Magenta.

Roberto Molinelli, viola: Compositore, direttore d’orchestra e violista pluripremiato, Roberto Molinelli è un artista a tutto tondo: registrazioni di successo e presenze nelle maggiori società italiane ed estere come violista, esecuzioni in tutto il mondo come compositore, in sale del calibro della Carnegie Hall di New York e da parte di orchestre come la Filarmonica della Scala, l’Orchestra Haydn e la Moscow Chamber Orchestra. È docente di viola presso il Conservatorio di Pescara ed è molto attivo sia sul versante classico che sul cross-over: ha infatti diretto l’Orchestra RAI del Festival di San Remo e ha collaborato, tra gli altri, con Lucio Dalla, Andrea Bocelli e Alexia.

Anna Serova, viola: Definita “una personalità straordinaria nel mondo della musica da camera” da Juri Bashmet e musicista dalla “tecnica brillantissima, una notevole musicalità e un suono stupendo” da Salvatore Accardo, Anna Serova è riconosciuta come una delle più interessanti violiste del panorama internazionale attuale. Per lei hanno scritto compositori del calibro di Azio Corghi e Benjamin Yusupov, si è esibita con musicisti illustri come  Ivry Gitlis, Filippini, Giuranna e Accardo e, tra le tante, con l’Orchestra dell’Arena di Verona e la Moscow State Symphony. Ha registrato per Naxos, Velut Luna e Decca ed è docente presso l’Accademia L. Perosi di Biella.