Vaccini, il gen. Figliuolo a Palermo: “In Sicilia grande lavoro di squadra”

0
14

“Qui in Sicilia è stato fatto un grande lavoro di squadra, che è quello che ho sempre immaginato quando ho elaborato il piano nazionale. Spesso dite che la Sicilia è ultima nelle graduatorie, io dico che la Sicilia è partita in un certo modo ma oggi vedo una eccezionale organizzazione. Il tempo è galantuomo, se i siciliani continueranno ad avere fiducia vedrete che la Sicilia nel giro di poco si porterà alla pari delle altre Regioni, anzi anche meglio”. Lo ha detto il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario per l’emergenza Covid, parlando con i cronisti, nell’hub della Fiera del mediterraneo a Palermo, a fianco del governatore Nello Musumeci, dell’assessore alla Salute Ruggero Razza, del sindaco Leoluca Orlando.

“I vaccini ci sono, dobbiamo fare opera di convincimento, questo lo chiedo anche alla stampa. Il vaccino è l’unico modo per ritornare liberi, per toglierci le mascherine, parlare e prendere il caffè – ha aggiunto -. Dico grazie alla Sicilia, voglio complimentarmi per un lavoro davvero ben fatto”.

“Il vaccino è l’unico modo per ritornare liberi, dobbiamo aumentare la percentuale di vaccini. Lancio quindi un accorato appello a tutti coloro i quali in questo momento sono esitanti: chiedete a medici e infermieri, a chi ha subito il Covid e a chi ha ancora sulla pelle gli effetti del Covid, che a volte non passano neanche dopo un anno”. Lo ha detto il commissario nazionale per l’emergenza Covid, generale Francesco Paolo Figliuolo, al termine della sua visita all’Hub vaccinale di Palermo. “Qui non si tratta di obblighi o non obblighi, ma di salute pubblica e salute individuale – ha aggiunto -. Come dice il presidente Mattarella è un dovere civico e morale, noi a questo dobbiamo credere e farci tutti portavoce. In queste ultime settimane le Sicilia sta avendo una media giornaliera elevata, si può fare di più, l’importante è che più cittadini possibili si vaccinino. Abbiamo fatto i piani per le isole minori e i comuni montani isolati, dobbiamo spingere su quest’ultimo miglio. A breve usciremo con le vaccinazioni di terza dose per ospiti delle Rsa, over 80 e personale sanitario, quando il Cts ci darà il via libera – ha proseguito Figliuolo – ne ho già parlato con il ministro Speranza e tutti i presidente delle regioni dove sono stato sono d’accordo, Zaia, Toti, Bonaccini, Fedriga e adesso Musumeci. E’ una decisione che prenderà la scienza, poi continueremo finché la scienza ce lo dirà. Se ci dicono che bisogna dare questo richiamo lo faremo anche ad età inferiori, le dosi ci sono”, ha concluso Figliuolo.