Vela, al via nelle acque di Mondello il Campionato mondiale Platu25 con 35 barche e i migliori velisti

0
158
E’ iniziato a mezzogiorno nelle acque di Mondello il Mondiale Platu25. Si sono radunati a Palermo i migliori team da ogni parte del mondo: 35 imbarcazioni, con i migliori equipaggi e i migliori velisti, tra cui i 6 olimpionici che si sono raccontati alla vigilia dell’inizio della Coppa del Mondo: “Vedo favorito Five For Fighting 3”, le parole di Sandro Montefusco di Euz II Villa Schinosa. Tra i due equipaggi c’è una forte e sana rivalità, che va avanti da anni: “Occhio anche a Brera Hotel’s e agli australiani di Easy Tiger”, le parole di Sandro Montefusco.
Prosegue il fratello, Paolo Montefusco, dello stesso equipaggio: “Il Mondiale sarà al di sopra delle aspettative per il livello tecnico. I migliori sono tutti qui. Noi abbiamo vinto tre Mondiali e vogliamo ripeterci”. Interviene Andrea Trani, il tattico di Bonaventura: “Euz II Villa Schinosa e Five For Fighting 3 sono i favoriti ma noi vogliamo essere gli outsider e giocarcela”.
Ci sarà anche Giulia Conti, forte delle sue quattro Olimpiadi, arruolata da Birbante: “Abbiamo tanta voglia di divertirci, di provare, e faremo il massimo”. Giuseppe Angilella parteciperà con Menef8 Parallelo 38 e ha le idee molto chiare: “Vogliamo entrare nei primi cinque”. Su una cosa sono però tutti d’accordo: “Il Platu25 è una barca bellissima, molto divertente da regatare e molto tecnica”. Paolo Montefusco aggiunge: “Noi siamo storici in questa Classe, c’è un forte attaccamento e il livello è molto alto”. Michele Regolo interviene: “Ci sono altri monotipi più commercializzati ma il Platu25 è il massimo. È bella di bolina, di polla, le manovre contano tantissimo e la tattica è fondamentale”.
Tanti gli equipaggi locali, con la Sicilia a guidare da tempo la flotta italiana Platu25; per la Canottieri Palermo sarà in acqua con Birbante, Giuggiola e Isoladelvento. Non poteva mancare, quindi, l’equipaggio palermitano di Ladybug (coccinella in inglese), un equipaggio interamente femminile pronto a dare battaglia sul campo di regata: “Siamo pronte per giocarcela fino all’ultimo. Il livello è altissimo – le parole del tattico Giulia Barbagallo -, è previsto vento leggero e, per noi che non pesiamo molto, potrebbe essere positivo”. “Abbiamo voglia di metterci di gioco – le fa eco Clara Bertini – , voglia scalare qualche posizione in classifica. Perché il Platu? È un barca molto tecnica, è una bella sensazione andarci”. Oggi primo giorno di regate e le gare proseguiranno fino a sabato.