Vela: nell’ex Baia del Corallo a Sferracavallo ritorna il Circolo velico

0
43

Dopo un ventennio di assenza, la vela torna nel golfo di Sferracavallo, a Palermo. Il nuovo Circolo velico, la cui sede sociale è all’ex Baia del Corallo, nasce dalla volontà di 11 soci fondatori, tra cui Francesco ‘Checco’ Bruni, al momento impegnato come timoniere su Luna Rossa nella sfida della Coppa America e che per il CVSF riveste anche il ruolo di direttore sportivo.

“Il Circolo – spiega il presidente Giuseppe Giunchiglia – nasce dall’idea di un gruppo affiatato di amici accomunati dalla passione per la vela e il mare, in particolare quello di Sferracavallo che fino ad oggi non aveva mai avuto una realtà strutturata come questa. l nostro auspicio è che Sferracavallo diventi un nuovo polo per gli amanti della vela regionale, nazionale e internazionale così da permettere la rinascita e la rivalutazione di questa bellissima realtà marinara”.

A pochi metri dal porticciolo, la casa quarara, recuperata e ristrutturata dai soci del circolo, ospita la base sportiva. Una quarantina gli atleti agonisti che si allenano e gareggiano con i colori del guidone del circolo di Sferracavallo che vive grazie alle tinte vivaci e brillanti del pittore Maurilio Catalano.

Grazie alla foresteria, ristrutturata presso la sede sociale, inoltre il CVSF ha la possibilità di ospitare equipaggi stranieri che scelgono Sferracavallo per i propri allenamenti. A fine gennaio, compatibilmente con le disposizioni vigenti per il contenimento dell’emergenza Covid, il Circolo accoglierà un team svizzero che verrà ad allenarsi su un Nacra 17 (catamarano misto olimpico) mentre a febbraio sarà la volta di un’altra squadra di atleti della Repubblica Ceca.