Vela, Palermo-Montecarlo: Rambler sempre in testa, ma niente record

0
22

Seconda notte di regata impegnativa per la flotta della Palermo-Montecarlo, diretta al “cancello” di Porto Cervo: mentre i primi (Rambler/USA, Wild Joe/HUN, Black Pearl/GER e Infinity Maverick/GBR) attraversavano le Bocche di Bonifacio con aria leggera, nella notte il grecale è arrivato a soffiare con punte di 25 nodi, costringendo gli equipaggi a un duro lavoro.

In diversi casi si sono registrate rotture che hanno costretto i team al ritiro. Ne hanno fatto le spese Ville de Gene’ve, quando era in ottima terza posizione (problemi all’albero), ed Extra 1 di Massimo Barranco (Matteo Ivaldi alla tattica) per la rottura della randa. Gli altri ritirati, al momento, sono, Donna Rosa 2.0 e Cialoma (entrambe barche siciliane), Blu di Moro (Circolo velico Taranto), Signora del Mare (Circolo nautica Arma), Ritmo (CUS Bari), Arctic Energy (GBR) e Black Betty (Turkish AirlinesRacing Team).

Il ritiro di Extra1, barca vincitrice lo scorso anno della Palermo-Montecarlo, con i colori del Circolo della Vela Sicilia – lascia l’amaro in bocca all’armatore Massimo Barranco: “Abbiamo incontrato condizioni meteo estreme, 25 nodi con onda di 5/6 metri – ha detto Barranco al telefono dopo il ritiro -: stavamo cercando di dare una mano di terzaroli quando la randa si e’ rotta rendendo impossibile continuare. Ora siamo nel porto di Siniscola e ci stiamo organizzando per il rientro in Sicilia”.

Attualmente la barca del Circolo della Vela Sicilia, Buena Vista, sta navigando in 5° posizione in tempo reale, dietro a Rambler/USA, Wild Joe/HUN, Black Pearl/GER e Infiniti Maverick/GBR. Più attardate Sagola e Alvarosky, barche che sulla carta potevano puntare a un buon risultato. Le previsioni meteo sono di aria leggera. L’arrivo di Rambler è previsto in serata. Sfumata quindi la possibilità di battere il record di 47 ore, 46 minuti e 48 secondi, stabilito lo scorso anno da Esimit Europa2.