Vela: titolo mondiale Ocr a Mascalzone Latino, a bordo anche il palermitano Filippo la Mantia

0
167

Mascalzone Latino di Vincenzo Onorato, con i colori dello yacht club de Monaco, in due belle regate ha trionfato ottenendo il titolo mondiale Orc di Vela, domenica scorsa, a Muggia, in provincia di Trieste. La vittoria è arrivata con solo un punto di distacco  dai validi inseguitori e rivali di tutta la settimana: il secondo classificato è il TP52 Freccia Rossa di Vadim Yakimenko e lo Swan 42 Sheraa YCH di Maurizio Poser, in testa sino al venerdì.

Una straordinaria affermazione per Onorato che, per la prima volta, solleva il trofeo più importante per le classi d’altura attuali, a 17 anni dal primo Campionato mondiale conquistato nell’Ims, a Newport. Nel frattempo altri cinque titoli differenti (a squadre e con i monotipi Mumm 30 e Farr 40), per un totale di sette oggi nel portfolio dell’armatore-timoniere napoletano. Uno strepitoso campionato per l’equipaggio tutto italiano a bordo del Cookson 50 blu.

Sull’imbarcarzione oltre ad Onorato al timone, presenti Lorenzo Bressani alla tattica, Francesco Mongelli navigatore, Leonardo Chiarugi alla randa, Stefano Ciampalini, Andrea Ballico e Lorenzo De Felice alle scotte, Matteo Savlli alle drizze, il palermitano socio della Canottieri Palermo Filippo La Mantia all’albero, Davide Scarpa e Daniele Fiaschi prodiere ed aiuto prodiere, jolly Pietro Manunta.

“Vincere questo Mondiale così difficile e stressante ha comportato una notevole concentrazione in tutte le prove. Questo è un regalo bellissimo, soprattutto perché con un equipaggio del genere era impossibile perdere – ha affermato Onorato, timoniere di Mascalzone Latino -. Sono doppiamente felice, perché accanto a me ho avuto Lorenzo Bressani, un campione vero, che ha vinto un Mondiale nelle acque di casa: voleva vincere, ci teneva a vincere, e ha portato l’equipaggio alla vittoria”.

Si conclude così nel migliore dei modi quest’ultima regata mediterranea che serviva all’equipaggio dei Mascalzoni per fare esperienza prima di correre i due impegni più duri della stagione, in programma dopo l’estate. Il Cookson 50 di Onorato verrà infatti trasferito in Asia per partecipare alla Volvo Hong Kong to Vietnam e, a fine anno, alla mitica Sydney to Hobart.