Venturino (Psi): “Incentivi per l’autoimpiego a disoccupati tra i 50 e i 60 anni”

0
21
People queue outside an office to register for job placement in Madrid, Spain Thursday April 25, 2013. Spain’s National Statistics Institute said the country’s unemployment rate shot up to a record 27.2 percent in the first quarter of 2013 taking the total to 6.2 million. Spain is in recession again as it struggles to deal with the collapse of its once-booming real estate sector in 2008. (AP Photo/Andres Kudacki)

“Favorire incentivi per l’autoimpiego che coinvolgono soggetti inoccupati e/o disoccupati da almeno 12 mesi della fascia di età compresa tra i 50 e 60 anni, privi di copertura previdenziale e assistenziale”. E’ il contenuto dell’emendamento alla legge di bilancio presentato dal vice presidente vicario dell’Ars Antonio Venturino che intende intervenire con un “paracadute” nei confronti di soggetti svantaggiati ed emarginati dal mercato del lavoro e dalla leggi vigenti in materia.

 “La norma prevede un’estensione dei benefici, già previsti e vigenti per i lavoratori precari, anche ai soggetti inoccupati e/o disoccupati da almeno 12 mesi nella fascia tra i 50 e i 60 anni, un’età molto critica, che non hanno un sostegno economico”, afferma Venturino. “Con questo emendamento si punta a valorizzare le professionalità e le competenze di quei siciliani senza reddito che altrimenti non avrebbero possibilità lavorativa, considerata appunto l’età anagrafica. La politica ha il dovere di intervenire, in modo concreto, a tutela di coloro i quali sono rimasti senza alcuna alternativa occupazionale ” aggiunge Venturino.

 La proposta di Venturino prevede che la copertura finanziaria venga reperita dal  50 per cento delle somme previsti nel cosiddetto “fondo della povertà” della legge di stabilità del 2016.