Vertenza Blutec: forte preoccupazione di Fim-Cisl per la salvaguardia occupazionale

0
10
blutec di termini imerese

“Siamo seriamente preoccupati come Fim Cisl dell’evoluzione di questo difficile processo di reindustrializzazione, in cui l’obiettivo principale è la salvaguardia occupazionale degli oltre 700 lavoratori”. Lo dice il segretario nazionale Fim Cisl, Ferdinando Uliano, dopo l’incontro sulla vertenza Blutec di Termini Imerese, con il Cda di Invitalia che ha deciso di revocare il contratto di sviluppo e la conseguente restituzione delle somme date in anticipo che ammontano a circa 20 milioni di euro.

“Al tavolo ministeriale è stata data la disponibilità da parte di Blutec a provvedere entro martedì prossimo alla restituzione di un primo acconto (nell’ambito di un piano di rateizzazione) e alla presentazione di un nuovo contratto di sviluppo – aggiunge Uliano – E’ necessario a questo punto per verificare la credibilità degli impegni che sono stati presi al tavolo aspettare quella data per capire se ci sono le condizioni necessarie, sul piano finanziario, al completamento del piano industriale. Per verificare la tenuta degli impegni presi al tavolo ministeriale e’ previsto un nuovo incontro per il 31 maggio”.