Vittoria, minaccia e tenta di dare fuoco ad un gruppo di tunisini: arrestato pregiudicato di 41 anni

0
12

Minaccia con una pistola un gruppo di tunisini “per futili motivi” e successivamente tenta di dare fuoco ad alcuni di essi. E’ finito così in carcere un pregiudicato di Vittoria (Ragusa), A.I. di 41 anni, arrestato dalla Squadra mobile anche per opposto resistenza a Pubblico Ufficiale ferendo gli agenti intervenuti.

L’intervento della Polizia di Stato per disarmare l’uomo è stato provvidenziale, poco prima che riuscisse ad appiccare l’incendio dei clienti del bar. E’ accaduto domenica quando personale della Polizia di Stato è intervenuta per la segnalazione di un uomo armato di pistola che inseguiva un gruppo di tunisini.

Chi aveva chiesto aiuto alla Polizia ha descritto l’uomo riferendo che era uscito da un bar gestito da un tunisino in Via Roma a Vittoria. Le immediate ricerche in zona hanno permesso di individuare l’uomo che nel contempo si era dato alla fuga.

Dopo ore di attività di Polizia, gli investigatori della Squadra Mobile e del Commissariato di Vittoria hanno trovato la pistola, poi risultata essere giocattolo ma esattamente identica a quelle in uso alle forze di polizia.

L’aggressore giustificava il suo gesto riferendo agli agenti di aver perso la testa perché era stato, a suo dire, truffato da un tunisino che frequenta il bar e dopo aver litigato con quest’ultimo colpendolo con alcuni schiaffi, ha estratto la pistola puntandola alla tempia minacciandolo di morte. Tutto il gruppo di tunisini presente si è dato alla fuga ed alcuni chiamavano la Polizia che subito interveniva.