Voto di scambio politico-mafioso, chiesti 5 anni di carcere per il sindaco di Alimena

0
85
sindaco di alimena

Voto di scambio politico-mafioso, chiesta la condanna per il sindaco di Alimena. La pena richiesta dal sostituto procuratore della Repubblica Francesca Mazzocco alla terza sezione del Tribunale di Palermo è di 5 anni di reclusione per Giuseppe Scrivano, detto Pino, primo cittadino di Alimena.

Scrivano, che, secondo l’accusa, avrebbe ottenuto i voti dei clan quando si candidò alle elezioni regionali del 2012, era inserito in un contesto più ampio, con altri imputati, ma la sua posizione era stata stralciata alla fine del processo, per un difetto formale che aveva provocato la nullità totale della sua posizione: nel decreto di notifica della citazione mancava la data e il luogo in cui sarebbe dovuto iniziare il dibattimento.

Il concorrente nello stesso reato di Scrivano, Michelangelo Maurizio Lesto, gestore di un noto locale palermitano, è già stato condannato con sentenza definitiva a 7 anni di carcere. Attraverso di lui il sindaco, quando decise di candidarsi alle regionali del 2012, avrebbe ottenuto i voti delle cosche.