A Vulcano dopo proteste di studenti e genitori è iniziato con 38 giorni di ritardo l’anno scolastico

0
2

Meglio tardi, che mai. Con 38 giorni di ritardo e le proteste dei genitori nella scuola media a Vulcano è iniziato il nuovo anno scolastico. I 21 alunni sono stati dislocati in due classi. Lo sdoppiamento vero e proprio non c’e’ stato. Il dirigente scolastico Renato Candia con i fondi dell’Istituto, attraverso un progetto, è riuscito a garantire 12 ore per sdoppiare le due classi.

Una docente ha concesso 9 ore di lettere e si e’ arrivati a 21 ore, ma in totale devono essere 30. “Noi per il momento ci accontentiamo per far entrare i nostri figli in classe – puntualizza Danilo Natoli, genitore – ma per rendere le classi funzionali, occorrerà fare un altro sforzo per le 9 ore che ancora mancano. Noi non ci fermeremo con le nostre manifestazioni fino a quando non avremo tutte le ore complete per le due classi separate”.