Week-end con i treni storici del gusto nei luoghi di Andrea Camilleri

0
26

Si chiama Buon compleanno maestro! il tributo ad Andrea Camilleri al via oggi al parco ferroviario di Porto Empedocle. L’autore televisivo e scrittore oggi avrebbe compiuto 94 anni e quindi Fondazione FS, in collaborazione con l’associazione Ferrovie Kaos, di cui Camilleri era presidente onorario, e Mariterra, ha organizzato una tre giorni di iniziative per rendere omaggio alla sua memoria.

“Camilleri ci lascia in eredità il suo immenso amore per la nostra terra – si legge in una nota di Ferrovie Kaos – un amore che prende forma nei suoi romanzi. Per tre giorni la sua Vigata, o meglio, la storica stazione di Vigata Centrale sarà teatro di tante iniziative culturali, tra musica, teatro e laboratori del gusto. E domenica, giornata conclusiva, da Palermo e Catania partiranno ben due treni storici che consentiranno ai passeggeri di rivivere l’atmosfera del romanzo Il Casellante.

Si parte, dunque, in serata alle ore 19 dalla stazione di Agrigento Centrale con un treno storico diretto al Parco Ferroviario di Porto Empedocle. A seguire, alle 20, nell’area spettacoli del parco è in programma un talk show dal titolo “Tutti a Vigata per Andrea Camilleri”, organizzato dall’associazione La strada degli scrittori con il patrocinio della Fondazione FS.

Il giornalista del Corriere della Sera Felice Cavallaro condurrà la serata che prevede la proiezione di una intervista-testimonianza, realizzata con Andrea Camilleri, alternata a brevi contributi di alcune autorità del mondo della cultura e delle professioni. Non mancheranno intermezzi teatrali curati del Piccolo teatro pirandelliano di Agrigento. Alle 23.15 è prevista la partenza del treno storico da Porto Empedocle ad Agrigento Centrale.

Domani alla stazione di Porto Empedocle C.le con concerto-tributo del chitarrista Francesco Buzzurro alla memoria del maestro. Per raggiungere il Parco Ferroviario, Fondazione FS ha organizzato un treno storico con partenza alle 19 dalla stazione di Agrigento Centrale.

I viaggiatori avranno diritto al posto a sedere nelle prime file dell’area spettacoli. Considerato il numero dei posti limitato, l’ingresso al parco ferroviario e quindi al concerto sarà garantito in primis a chi utilizzerà il treno per raggiungerlo. Il treno di ritorno per Agrigento Centrale partirà alle 20.15.

Domenica 8 settembre giornata dedicata al teatro e alla scoperta del cuore antico di Vigata, il centro storico di Porto Empedocle teatro delle vicende del commissario Montalbano. Due i treni storici in programma: il primo partirà dalla stazione di Catania alle 9.22, l’altro da Palermo Centrale alle 10.30. L’arrivo a Porto Empedocle, per entrambi, è previsto per le 13.30 circa. I viaggiatori saranno coinvolti in visite guidate del centro cittadino con la possibilità di partecipare a un laboratorio del gusto promosso da Slow Food.

Nel pomeriggio, nell’area spettacoli del Parco Ferroviario di Porto Empedocle, performance teatrale a cura del Piccolo Teatro Pirandelliano di Agrigento. Alle 19.30 il primo treno diretto a Catania ripartirà dalla stazione di Porto Empedocle effettuando una breve sosta a Tempio di Vulcano dove è in programma una esibizione a cura del regista Marco Savatteri, che ha incantato tanti turisti e agrigentini con lo spettacolo dell’alba nella valle dei templi. Alle 20.15 partirà da Porto Empedocle il treno diretto a Palermo, sempre con fermata a Tempio di Vulcano.

I biglietti per viaggiare a bordo dei treni sono in vendita nelle biglietterie e self service di stazione, agenzie di viaggio abilitate e su trenitalia.com. Sarà possibile acquistarli anche a bordo treno, senza alcuna maggiorazione di prezzo, e in relazione alla disponibilità dei posti a sedere. Informazioni dettagliate consultando la sezione ‘viaggi ed eventi’ del sito web della Fondazione FS o le fanpage ufficiali della Fondazione FS su Facebook e Instagram. Disponibile anche l’indirizzo email info@fondazionefs.it.

I Treni storici del gusto nei luoghi di Camilleri del prossimo weekend sono promossi dall’assessorato regionale siciliano del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo con la collaborazione della Fondazione Ferrovie dello Stato e Slow Food Sicilia, utilizzando i finanziamenti del Programma Operativo Fesr Sicilia.