Zamparini rassicura Iachini: “Nessun esonero anche se perdiamo con la Roma”

0
8

Quella con la Roma non sarà la partita dell’ultima spiaggia per Beppe Iachini. Il tecnico rosanero resterà al timone anche se dovesse perdere con la Roma domenica prossima. Parola di Maurizio Zamparini.

Il presidente del club di Viale del Fante, oggi a Palermo, ha ribadito la fiducia all’allenatore, preannunciando però un ritiro in Friuli. “Ho parlato con Iachini e con lo staff, siamo in difficoltà, ma non in crisi – ha detto Zamparini – gli ho chiesto di diventare cattivi. Siamo diventati un po’ molli. Con la Roma non abbiamo niente da perdere, già Iachini sa che, se dovesse andar male, non cambierebbe nulla. Faremo noi il risultato, ma mi aspetto una squadra cattiva”.

Dopo la partita, comunque andrà, la squadra lascerà la Sicilia. “Andremo 4-5 giorni in Friuli – ha spiegato – prima del match contro il Bologna, ma non per punizione. Bisogna trovare l’assetto di questo Palermo, fondamentalmente manca solo un calciatore: Dybala. Abbiamo rinforzato difesa e centrocampo, manca un fenomeno in attacco e ora serve un nuovo modulo che ci permetta di non prendere 2-3 gol a partita”.

Per Zamparini, il problema non è l’attacco, ma la difesa. “Credo che siamo sulle gambe anche per via della preparazione atletica precampionato – ha proseguito -. Siamo un diesel, ora faremo un po’ di lavoro con il pallone. Gilardino, comunque, non è l’alter-ego di Dybala, quello è Trajkovski. Gilardino deve fare quello che facevano Amauri e Toni: appena sarà in forma potremo giocare anche in un’altra maniera”.