Zeman: “Grandi miglioramenti, ho buone sensazioni in vista del match col Palermo”

0
39

Come sempre Zdenek Zeman va controcorrente. L’ambiente è deluso per le due sconfitte consecutive che hanno allontanato il Pescara dalla vetta, ma alla vigilia del match con la capolista Palermo il tecnico biancazzurro si mostra sorprendentemente fiducioso.

“Voi prendete in considerazione soltanto i risultati – ha detto ai giornalisti -. Al contrario, io mi concentro sulla qualità del gioco e la mia squadra si è espressa meglio contro Empoli e Brescia rispetto alle gare vinte con Carpi e Parma. Ho notato grandi miglioramenti e ho delle buone sensazioni in vista del match col Palermo. Il volume di gioco è aumentato, anche se non basta e bisogna ricercare di più la profondità e concretizzare le occasioni”.

Finora Zeman ha schierato dodici formazioni diverse in altrettante partite. “Ho in mente l’undici base sin dall’inizio, però, in questa fase sto scegliendo in base alle condizioni fisiche dei giocatori”.

Zeman si troverà di fronte il suo passato. “Palermo è casa mia e nel club rosanero ho lavorato per nove anni. Inoltre, mia moglie è palermitana e i miei figli sono nati lì. Per chi tiferà mia moglie? Per me ovviamente, è obbligata, non ha altra scelta”, ride il boemo che poi dice come la pensa sulla gestione attuale del club siciliano da parte di Maurizio Zamparini. “Non ve lo posso dire! Comunque Zamparini non ha mica sbagliato sempre, negli anni della sua presidenza ha fatto tante cose buone e portato grandi calciatori a Palermo. Ora la squadra è poco seguita, ma è pur sempre molto competitiva”.

Il leader dei rosanero è il bomber macedone Iljia Nestorovski. “E’ un attaccante forte, ma ne ho visti di più bravi – commenta sorridendo il tecnico del Pescara -. Sta facendo benissimo in una squadra non facile da guidare, visto che ci sono otto nazionali. In questo momento – ha concluso Zeman – il Palermo gioca in modo diverso rispetto al Pordenone dell’anno scorso guidato da Tedino”.