Ztl a Palermo e zone blu: centrodestra e M5S chiedono il rinvio

0
42

La convocazione di un consiglio comunale straordinario e la presentazione di un ordine del giorno per stoppare  il riavvio della Ztl e delle zone blu dedicate al parcheggio. Lo chiede il centrodestra a Palazzo delle Aquile, ma con una propria nota anche il Movimento 5 Stelle si associa.

“In un momento come questo, in cui l’economia siciliana, e quella palermitana in particolare, sta attraversando delle enormi difficoltà, la Ztl e le strisce blu darebbero la mazzata finale. E se al sindaco e ad alcuni suoi assessori non sta più a cuore questa città, noi che la dovremmo governare fra meno di 2 anni vogliamo limitare al massimo i danni causati da questa amministrazione. Ecco perché chiediamo che il provvedimento della Ztl e quello delle strisce blu non parta. Abbiamo chiesto la convocazione di un consiglio comunale straordinario alla presenza del sindaco Orlando per affrontare la questione. Contestualmente abbiamo presentato un ordine del giorno per bloccare questo insano proposito”. Lo scrivono in una nota i capogruppo del centrodestra a Palazzo delle Aquile Igor Gelarda (Lega), Giulio Tantillo (Forza Italia), Francesco Scarpinato (Fratelli d’Italia), Sabrina Figuccia (Udc), Claudio Volante (Diventerà bellissima) e Marianna Caronia (Gruppo Misto).

Fanno eco i consiglieri comunali del Movimento 5 stelle Antonino Randazzo, Concetta Amella e Viviana Lo Monaco: “Il Movimento 5 Stelle – si legge in una nota – ha chiesto all’Amministrazione comunale di sospendere la prevista riattivazione  della Ztl diurna e notturna almeno per tutto il periodo di chiusura delle scuole. Inoltre, nell’ottica di rilanciare e supportare la ripresa delle attività produttive in città, chiederemo a tutte le forze politiche in Consiglio comunale, subito dopo la discussione sulla Ztl,di affrontare e approvare la delibera sulla Pedonalizzazione e quella che prevede la modifica all’art 5, intervento di crescita del settore commerciale e delle medie strutture. Condividendo le proposte di Confcommercio, abbiamo trasmesso una nota al sindaco di Palermo per sollecitare l’avvio e la creazione di un tavolo di concertazione per un piano straordinario per il turismo”.